22 giugno 2020

Takashi Nemoto: Manga & Fantranslation (in Italiano)

Takashi Nemoto (in giapponese 根本敬) rimane a oggi il mio mangaka preferito, per il suo stile a metà tra la pazzia spastica e l’umorismo scorretto. Tra gli autori più importante del movimento Heta-Uma, Nemoto ha iniziato la sua carriera su Garo, con la prima storia pubblicata nel numero 9 del Settembre 1981. A quanto dice la leggenda, Takashi si è messo a disegnare dopo essere stato sorpreso dalla libertà punk di Penguin Gohan, il manga cult creato da King Terry e Shigesato Itoi.


Purtroppo a oggi (metà 2020) in occidente sono disponibili pochissime, quasi nessuna storia di Nemoto tradotta in una lingua a noi comprensibile.

Al momento le uniche opere tradotte e pubblicate ufficialmente sono state:


Titolo Occidentale: Monster Men - Bureiko Lullaby
Titolo originale: 怪人無礼講ララバイ
Tipologia: Volume unico
Anno di pubblicazione originale: 1990


Titolo Occidentale: Black Sushi Party Piece
Tipologia: short pubblicata nella raccolta “AX Volume 1: A Collection of Alternative Manga


Titolo: Future Sperm Brasil
Tipologia: short pubblicata nella raccolta “Comics Underground Japan

Fine.

Non hanno pubblicato altro.

Immagino che il pubblico occidentale non sia ancora pronto per la pazzia di Takashi Nemoto e il suo Monster Men non abbia venduto abbastanza per convincere un altro editore a riprovarci.

Per nostra fortuna un paio di coraggiosi traduttori italiani (Alessandro Canovi e Fedro Fuzzi) hanno deciso di accogliere la mia folle preghiera e hanno iniziato a tradurre le storie di Nemoto che abbiamo trovato online (per lo più scan di Garo, tra cui l'ottima collezione su Archive).

In questa pagina puoi quindi trovare una lista completa con tutti i manga di Takashi Nemoto pubblicati in Giappone e le eventuali fantranslation che appariranno nel tempo (terrò aggiornata questa pagina quando ce ne sono altre).
Naturalmente se in futuro qualche editore sarà così illuminato da pubblicare finalmente una antologia completa di Nemoto i inglese o italiano, toglierò i link alle traduzioni amatoriali per rispetto verso il loro lavoro (e comprerò 200 copie dell'antologia)

Nel frattempo se trovi altri scan con storie di Nemoto, o se possiedi i volumi originali e hai modo di fotografarli, scannerizzarli, o anche tradurli, mandami una email!

Te ne saremo grati per sempre.


Titolo: Garo (rivista)
A partire dal settembre 1981 Nemoto ha pubblicato le sue short su Garo quasi ogni mese (l’ultimo numero in cui ha pubblicato qualcosa dovrebbe essere il 9 del 1995). Qui la lista completa (almeno a nostra conoscenza) di tutti i volumi di Garo in cui è presente una storia di Nemoto (grazie a Alessandro per la condivisone!)

Garo 1981
  • 09: 入選青春むせび泣き
  • 10: 生徒の思想
  • 11: 大東京の虹
Garo 1982
  • 02-03: GOGO向う見ず [ogni anno i numeri di febbraio e marzo sono usciti insieme]
  • 06: アッコの親子行
  • 07: ママと呼ばれて3ヶ月
  • 08: 負けず嫌いの逆襲
  • 09: 貞操の光
  • 10: 男の街角
  • 11: 泪の純情
  • 12: 村田対星親子
Garo 1983
  • 01: ドルフィン
  • 04: ツッパリの初恋
  • 05: ツッパリの初恋 [fino a qui i fumetti erano scritti insieme a Takagi Jun, poi sempre da solo]
  • 06: 世界ぼうふら
  • 07: ハニーハニー人生賛歌
  • 08: パパの日曜日
  • 09: 福祉の燈火
  • 10: 哀しみは、たそがれの中で
Garo 1984
  • 01: 父さんは星になった
  • 02-03: パチンコ屋のない街
  • 04: 五人家族漂流記
  • 05: エジプト
  • 06: この道が続くかぎり
  • 07: 像から生まれた孝行息子
  • 08: 無口なモンゴロイドM
  • 09: 茶の間の成熟
  • 12:愛情のブルーズ
Garo 1985
  • (da) 05 -> (a) 11: 天然
Garo 1986
  • 01 -> 10: 天然
  • 11: 嵐を呼ぶ負けず嫌い
  • 12: 天然
Garo 1987
  • 01 -> 03: 天然
  • 05 -> 08: 天然
  • 10 -> 11: 天然
Garo 1988
  • 01 -> 04: 天然
Garo 1989
  • 06 -> 09: タケオの世界
  • 10: 続タケオの世界
  • 11: 続タケオの世界
  • 12: タケオの世界ゴールド
Garo 1990
  • 01: タケオの世界ロイヤル
  • 05: 亀の頭のスープ
  • 06 -> 08: ミクロの精子圏
Garo 1991
  • 02-03: 未来精子ブラジル
  • 04: ベントーさんとでっち丼
  • 05 -> 07: 未来精子ブラジル
  • 08: 黄色い手品師の謎
  • 09 -> 12: 未来精子ブラジル
Garo 1992
  • 01 ->04: 未来精子ブラジル
  • 06 -> 12: エリツィン、カスピ海にゴルビーを捨てないで
Garo 1993
  • 01 -> 02-03: エリツィン、カスピ海にゴルビーを捨てないで
  • 05: エリツィン、カスピ海にゴルビーを捨てないで
Garo 1994
  • 10: サイボーグ村田藤
  • 11 -> 12: 魔性の母乳
Garo 1995
  • 01: 魔性の母乳
  • 04 -> 05: 魔性の母乳
  • 07: 魔性の母乳
  • 09: 魔性の母乳
Tra queste al momento sono disponibili le fantranslation di:


Titolo originale: 花ひらく家庭天国
Titolo tradotto rozzamente: Hana Hiraku Home Heaven
Anno di pubblicazione: 1983
Fantranslation: nessuna al momento (?)



Titolo originale: Let's go 幸福菩薩
Titolo tradotto rozzamente: Let's go Happiness Bodhisattva
Anno di pubblicazione: 1985
Fantranslation: nessuna al momento (?)



Titolo originale: 固い絆のブルース
Titolo tradotto rozzamente: A Tight-Ties Blues
Anno di pubblicazione: 1985
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 学ぶ 村田藤吉学級日誌
Titolo tradotto rozzamente: Learn: Class Diary of Toukichi Murata
Anno di pubblicazione: 1986
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 生きる 村田藤吉寡黙日記
Titolo tradotto rozzamente: I LIVE: Silent Diary of Toukichi Murata
Anno di pubblicazione: 1986
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 生きる2
Titolo tradotto rozzamente: I LIVE 2: Silent Diary of Toukichi Murata
Anno di pubblicazione: 1986
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 天然・甲篇 + 乙篇
Titolo tradotto rozzamente: Natural Instep + Otsuhen
Anno di pubblicazione: 1988
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 亀ノ頭のスープ
Titolo tradotto rozzamente: Turtle head soup
Anno di pubblicazione: 1990
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 豚小屋発犬小屋行き
Titolo tradotto rozzamente: Pig hut to dog house
Anno di pubblicazione: 1991
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 饅邁(という字によく似た造語)
Titolo tradotto rozzamente: 饅邁 (a coined word similar to the word)
Anno di pubblicazione: 1992
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 人生解毒波止場
Titolo tradotto rozzamente: Life detoxification wharf
Anno di pubblicazione: 1995
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: キャバレー妄想スター
Titolo tradotto rozzamente: Cabaret delusion star
Anno di pubblicazione: 1996
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 黒寿司
Titolo tradotto rozzamente: Black Sushi
Anno di pubblicazione: 1997
Fantranslation: nessuna al momento (?)
Traduzione ufficiale: una delle storie è stata pubblicata nella raccolta “AX Volume 1: A Collection of Alternative Manga


Titolo originale: 天然(完全版)
Titolo tradotto rozzamente: Natural (Complete Edition)
Anno di pubblicazione: 1998
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 心機一転土工! 父ちゃんのやきいもがきこえる
Titolo tradotto rozzamente: Kokoki Ichigo Dokoko! Dad's fire can be heard
Anno di pubblicazione: 2000
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 命名「千摺」と書いてたろうと読む。
Titolo tradotto rozzamente: I read that the name "Chizuri" was written
Anno di pubblicazione: 2004
Fantranslation: nessuna al momento (?)


Titolo originale: 生きる2010
Titolo tradotto rozzamente: We Live 2010
Anno di pubblicazione: 2010
Fantranslation: nessuna al momento (?)
Note: dovrebbe essere una versione completa + bonus dei primi 2 Live

Prossimamente inserirò anche delle pagine da ogni volume (o almeno quelli che trovo) e altre informazioni utili sul mondo di Takashi Nemoto (ad esempio ci sono alcuni dei suoi manga disponibili in digitale su Amazon Giappone)

Artwork e pagine random dei manga di Takashi Nemoto:










































































































































































Foto di Takashi Nemoto:






























































Per concludere questa fan-page dedicata a Takashi Nemoto, la traduzione di Alessandro di un articolo scritto in origine da "Nekozо̄" su una rivista Giapponese:

Takashi Nemoto e la brama per la “deformità”

Ho cominciato a conoscere Takashi Nemoto a partire da una leggenda metropolitana scritta su 2channel. In una città della prefettura di Chiba viveva una famiglia con gli stessi lineamenti della faccia, i bambini erano seminudi e non andavano di certo neanche a scuola. Bisogna specificare che le loro facce erano tutte assolutamente identiche a quella di Jimmy Ōnishi.

Su 2channel si vociferava che, verosimilmente, «avevano avuto figli identici come risultato di un incesto tra fratelli ritardati». Non so quanto sia affidabile questa supposizione. Però le altre persone residenti in quella zona cominciarono a testimoniare dicendo «Anch’io li ho visti!», e queste ipotesi, combinate con ciò che pareva dire la cittadinanza, rivelavano una realtà difficile da ignorare.
 È allora che incontrai all’improvviso il nome di Takashi Nemoto. «Il fumettista Takashi Nemoto sta ritraendo la famiglia gemella  in un fumetto documentario».

Francamente quella fu la prima volta che sentii il nome di Takashi Nemoto. Si trattava soltanto di una leggenda metropolitana, ma a parte il luogo molto specifico, e l’argomento di non facile trattazione perché collegato all’incesto, il fatto che un singolo autore si fosse distinto in quella vicenda attirò la mia attenzione. Meno di cinque persone in tutto il mondo avrebbero potuto seriamente interessarsi, e per di più svolgere delle ricerche su questa cosa, ciononostante lui vi si confrontò direttamente, non tanto come autore quanto come “appassionato”, ovviamente in senso positivo (sicuramente da qualche parte nel suo cuore ha provato empatia per questa famiglia).

Ebbene, quando mi arrivò a casa il fumetto documentario di Nemoto e lo presi in mano mi sentii subito a mio agio con le figure. Ebbi una sensazione piacevole. I maliziosi li consideravano «scarabocchi da gabinetto», ma erano invece illustrazioni fatte su una specifica famiglia che era identica a Jimmy  Ōnishi, ed erano carini e andavano d’amore e d’accordo più di quanto avessi potuto immaginare, senza alcuna sensazione spiacevole. Erano anonime persone di strada, e a parte questo non era chiaro nemmeno se fossero davvero reali, ma grazie al lavoro di Nemoto che li riscattò accorgendosi della loro esistenza sono sicuro che la pressione che gravava da qualche parte sul loro petto si fece più leggera. Credo che anche la mia stessa esistenza, grazie a Nemoto, venne riconfermata.

C’è un’opera rappresentativa di Nemoto dal titolo Viaggio sulle rotaie del karma (Inga tetsudо̄ no tabi 因果鉄道の旅.) che è stata definita l’«antico testamento» del Giappone moderno. Quell’opera ha una storia alquanto impressionante. Un fumettista e un regista di film pornografici visitano l’isola di Jeju in Corea, e incappano in un bordello gestito dai pescatori locali. A quel punto, fanno per sbirciare appena dall’ingresso principale e vedono il proprietario senza corpo dall’ombelico in giù.

Anche gli articoli sono simili, la penna di Nemoto tratta simili questioni con eccessiva disinvoltura. È divertente. Doveva esserci un magnaccio nel bordello. Il capobanda, che cercava una via di sopravvivenza unendo prostitute con maschi affamati, era di pelle e ossa, senza né la parte inferiore del corpo né i testicoli. Come poteva un giovane aver abbracciato troppo forte delle donne ed essere caduto livido a terra? Come poteva esser venuto al mondo e, nonostante il tormento di non avere la parte inferiore del corpo, proseguire sulla strada della prostituzione, standosene ad osservare le giornate senza provare alcun piacere. Non c’è alcun modo di comprenderlo. Eppure, anche prendendo miseri episodi come questi, si sono elementi strabilianti che vengono captati dalle distorsioni di Nemoto attraverso il «deforme».

È uscita la parola «deforme». Per me questa parola è una “moneta”, che dovrò lucidare per tutta la vita. Questa parola non tiene in considerazione coloro che non sanno attenersi ad altro che ai criteri standard. Andando ancora più nel profondo, solo chi non ha voluto ignorare lo “stupore” che viene sprigionato desidera appagare l’attrazione che prova. In altre parole è di questo ”svelamento”  che ho parlato nei miei testi, il desiderio più semplice e radicale in assoluto, la cui condivisione con gli altri è allo stesso tempo il regalo più grande di tutti (anche se si potrebbe dire che questo non sia necessario).

Per tornare all’esempio di poco fa, non era il magnaccio del bordello senza la parte inferiore del corpo ad avere fascino. Lo si incontra per caso, non intenzionalmente, e ad ogni  idea strampalata il fascino viene portato a un livello superiore di consapevolezza, che si avverte proprio nello sguardo di Nemoto e dei presenti. Probabilmente il magnaccio avrebbe potuto chiederci: «”Allora signore, com’è stata la donna?”». E poi magari avremmo potuto ridere e burlarci insieme a lui, che per un qualche tipo di karma non aveva nulla dalle anche in giù. Ancor più che una misera esposizione di stranezze, quel posto deteneva la capacità di “svelare” le cose, in questo senso aveva un valore molto profondo. Devo fare un appunto, quando uso la parola “svelare” non penso alla sfumatura di sminuire totalmente le cose. Al contrario, il suono che emana questa parola mi scuote il cuore.

«”Il destino dei genitori ricade sui figli, poverini questi bambini!”»  (È una frase di apertura che veniva pronunciata fino a poco tempo fa quando si presentava un numero del circo) è un tanka (Poesia breve tradizionale) commuovente che si usa negli annunci del circo. Nei suoi articoli Nemoto dice: «”Nascere sotto alle stelle”», «”Rinunciare a sé stessi e affidare il proprio corpo alle stelle”», usando spesso il termine “stella”. Questa parola è collegata al “karma” di Viaggio sulle rotaie del karma. Nemoto, ricalcando il percorso di un treno ordinario, si gode la vita umana, la propria stessa vita, a volte lamentandosi e adattandosi, incontrando le persone che deve incontrare.

Per quale destino sono nato con questo modo che non è neanche deforme. E poi che cosa mai vedrò, che cosa amerò, e che cosa potrò tramandare. Nel suo libro Nemoto afferma: «”Alla maggior parte delle persone questo libro non servirà”». E subito dopo continua: «”Sono soltanto qualcuno che prova a diventare un autore cercando a tentoni la propria direzione e il proprio scopo. Forse servirà a cinque persone in tutto il paese”». Tra queste cinque persone ci sono anch’io.

Nessun commento:

Posta un commento

Supporto Morale

I link verso Amazon solitamente sono affiliati e se acquisti qualcosa potrebbero donarmi una percentuale. A te però non costa niente di più, evviva!