6 aprile 2017

Else Heart.Break() - La Libertà di Essere un Hacker


Sono passati ormai diversi mesi da quando ho finito di giocare Else Heart.Break() e avrei voluto scrivere questa non-recensione molto tempo fa, ma le altre attività in cui sono stato impegnato e i post già programmati me lo hanno impedito fino a oggi.

Sembra passata una vita dall’ultima volta in cui ho hackato il mondo digitale di Dorisburg, ma la sua eccellenza e punti di rottura verso qualsiasi altro gioco non-libero rimangono ancora bene vividi nella mia mente. O almeno una parte di essi.

Else Heart.Break() è un gioco in cui puoi essere un vero hacker, dove puoi imparare dei semplici codici di programmazione da copiare / mischiare tra di loro con grande immaginazione, per risolvere le situazioni, decostruire il gioco e le sue funzioni, teletrasportati ovunque vuoi, seguire i personaggi che si muovono in tempo reale e rompere qualsiasi apparenza di procedimento lineare dei classici videogiochi.

Se negli altri giochi in cui puoi impersonare un hacker solitamente nel giro di qualche minuto di spiegano come schiacciare 1 tasto a caso con cui hackare qualsiasi cosa e diventare un super eroe, in Else Heart.Break() potresti passare le prime 5 o 10 ore senza neanche sapere come iniziare ad hackare. E quando lo scopri, non ti basta schiacciare un tasto per aprire una porta o usare una telecamera, devi proprio scrivere il codice relativo alle modifiche che vuoi portare.



Else Heart.Break() è il Demon Souls dei giochi di hacker.

Else Heart.Break() non è un gioco per chi teme la sfida videoludica, per chi ha bisogno di aiuti e obiettivi precisi per poter andare avanti, non è un gioco per chi non ama la difficoltà estrema che soddisfa la sperimentazione personale.

Io non so assolutamente nulla o quasi di programmazione, ho solo un grande amore e fascino per la cultura hacker, per la violazione dei sistemi digitali e quel sentimento di avventura ed esplorazione che si prova riuscendo a entrare in un mondo virtuale in cui non dovresti.

Anche senza sapere nulla di come programmare, se ami l’ideologia hacker e hai un forte spirito di osservazione e iniziativa, puoi imparare ad hackare il mondo di Else Heart.Break() semplicemente leggendo i codici già esistenti nel gioco, copiandoli, mettendoli insieme e creando nuove interazioni.

Essenziale è il prendere appunti su di un quadernetto oppure fare copia / incolla in uno dei quaderni che puoi trovare nel gioco.

Ti crei da solo il tuo manuale personalizzato con tutti i codici che ti servono, da collezionare, modificare e incollare quando ti servono.

In questo gioco puoi hackare molte cose, non solo i computer. Molti oggetti e tutti i personaggi sono collegati alla grande rete, e puoi sfruttare questa cosa per modificare ad esempio il codice di una tazza di caffè per permetterti di stare sveglio per sempre o darti una super velocità, teletrasportarti nella stanza in cui è presente un preciso personaggio, modificare un distributore di bibite per creare un altro tipo di bevanda infinita, cambiare il codice di entrata di una porta in modo da farti entrare in una stanza nascosta, creare loop di codici per decriptare password, copiare la tua essenza in digitale e muoverti dentro internet, avere soldi infiniti o raggiungere il main-frame principale del gioco per romperlo oltre qualsiasi pianificazione degli stessi sviluppatori.



Else Heart.Break() è un gioco che ti lascia una enorme libertà su come risolvere le diverse situazioni, senza prenderti per mano e senza spiegarti nulla nel dettaglio, una libertà talmente vasta che lo stesso finale del gioco non riesce a prendere in considerazione tutte le infinite possibilità del giocatore. Ed è giusto così.

Hanno creato un gioco plasmabile a piacimento per cui sarebbe stato impossibile immaginare tutti gli infiniti modi che un giocatore ha a disposizione per arrivare al termine della sua avventura, e hanno preso la decisione più difficile: imporre un finale unico e lineare, in cui il giocatore non può modificare il destino del protagonista.

Il gameplay di Else Heart.Break() è talmente avanti a tutto che non può essere limitato da una storia, il suo limite di essere gioco con un inizio e una fine ne decreta una necessaria chiusura deludente rispetto alle grandiose attività hacker che ci hanno portato fino a quel punto.

Potrei parlare di altro, come della favolosa colonna sonora (che puoi ascoltare in streaming qui sotto), dei personaggi e del loro mondo che trasmettono un fascino tutto particolare fatto di amicizie, amori, notti passate a chiaccherare sul divano a casa di amici, feste illegali, allucinazioni digitali, voci di corridoio da deep web che si confermano reali, potrei criticare il sistema di movimento a punta e clicca che ne limita il fascino, ma in fondo a tutto Else Heart.Break() è diventato uno dei miei giochi preferiti di sempre e sarebbe difficile riuscire a spiegare perchè senza farlo giocare.





Se vuoi diventare un hacker, se ami le soluzioni complesse aperte all’immaginazione, se non hai paura di fare copia incolla e capire come funziona un linguaggio di programmazione basilare, se ti eccita il poter rompere un gioco oltre quello che avevano pianificato gli stessi sviluppatori, Else Heart.Break() è l’esperienza finale e totalizzante.

Buon divertimento.




2 commenti:

  1. Risposte
    1. Else Heart.Break() è davvero una perla nascosta, io lo avevo scoperto a caso perchè era dentro un vecchio Indie Bundle, dovrebbe essere almeno provato da chiunque sia interessato a diventare un hacker digitale videoludico :O

      Elimina

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...