24 novembre 2016

LISA: the Painful RPG: Earthbound incontra Ken Shiro e The Children of Men in un gioco Heta-Uma


LISA: The Painful RPG è il gioco di ruolo indipendente sviluppato da Austin Jorgensen sotto lo pseudonimo di Dingaling Productions, ora conosciuto come "LoveBrad Games". LISA RPG è il seguito di un altro gioco che Austin aveva creato nel 2012 con RPG Maker, chiamato semplicemente LISA: mentre il primo gioco era una esplorazione psicologica e surreale in stile Yume Nikki, con LISA RPG il tutto si è evoluto in un classico gioco di ruolo a turni, con una sua storia lineare e tanto da insegnare a serie più famose come quelle di Final Fantasy o Dragon Quest.

Senza nulla togliere ai classici GDR di Squaresoft e Enix, LISA RPG è uno dei giochi più maturi e d’avanguardia che abbia finito negli ultimi anni. In qualche modo lo stile e la varietà di personaggi bizzarri lo avvicina a Earthbound, ambientato però in un mondo post-apocalittico che ricorda Ken il Guerriero, dove bande di punk strambi comandano le diverse zone del mondo, un mondo in cui non esistono più donne e da soli gli uomini si stanno avvicinando all’estinzione umana, tra guerre e l’impossibilità di procreare. Un mondo in cui i giornaletti porno sono la moneta più preziosa con cui comprare armi e oggetti. In questa situazione di disperazione totale, una terribile speranza e un delicato pericolo si manifestano dal nulla quando Brad, il protagonista del gioco, trova a terra una misteriosa bambina nata da poco.






La trama del gioco si avvicina a temi delicati come l’incesto, la violenza fisica e psicologica, traumi infantili, suicidio, droghe, modifiche genetiche, libertà, amicizia e sopravvivenza del genere umano, il tutto raccontato tra serietà e ironia, con momenti freddamente brutali a punti totalmente folli e demenziali, che fanno tanto manga heta-uma.

Questo mix quasi spastico fra dramma e umorismo riesce a tenere sempre alto l’interesse di tutti quei giocatori che si sono ormai stancati di giocare sempre alle stesse storie composte da personaggi stereotipati e ragazzini che devono salvare il mondo dal cattivone di turno. Quello che accade nel gioco e nel suo mondo è lasciato spesso nascosto, per fare intuire o immaginare liberamente il giocatore più curioso, senza una storia ben chiare e spiegata, ma con molteplici interpretazioni e momenti a metà tra il sogno, l’incubo e l’allucinazione.






In Lisa RPG ogni personaggio che si incontra è un insieme pazzoide di idee stravaganti e imprevedibili, tra nemici cattivissimi a cavallo di un cerbiatto e lottatori di wrestling dall’onore giapponese, versioni sfigate dei Power Rangers, maniaci sessuali di ogni tipo, sette adoratrici dei fast-food, direttori di bordelli maschili, vecchi in mutande, uomini pesce della Yakuza, emuli dell’uomo Tigre e di Steven Seagal, spadaccini e amanti della natura che cagano per terra.

Meglio non dire altro per evitare spoiler, date un’occhiata agli screenshot e video qui offerti, e se vi incuriosisce potete comprarlo su Steam per pochi euro (soprattutto ora che è in saldo). Se volete essere generosi, potete anche comprare il pacchetto che include il DLC LISA: The Joyful, una breve avventura aggiuntiva che svela nuove parti della trama. LISA: The Joyful è meno ironico del gioco base, è più incentrato sul lato oscuro, horror e traumatico della storia, ma comunque interessante da giocare, anche se mancano tutte quelle parti demenziali / ironiche che rendono LISA davvero un piacere da giocare.

Stavo quasi per dimenticare: LISA: The Painful RPG e LISA: The Joyful hanno una delle colonne sonore più belle di sempre.






Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)