2 maggio 2016

[Deumidificatore Portatile] Quale Scegliere? i Migliori del 2017

Vivendo in una casa con un grande giardino, con un intero lato verso nord, con un piccolo bosco sul retro, in una zona d’Italia molto piovosa (sopratutto tra maggio e luglio) e diverse falde acquifere nei dintorni, è facile capire come da noi l’umidità sia sempre stata un bel problema. Oltre che portare eventuali mal di schiena e dolori alle ossa per chi è predisposto, per colpa della grande umidità che abbiamo in casa compaiono spesso tracce di muffa negli angoli dei soffitti e sui muri. Unendo il fatto che stendiamo il bucato in casa e che non sempre riusciamo a fare arieggiare bene i bagni dopo esserci lavati (ad esempio d’inverno con il freddo chiudiamo prima del dovuto, vedi anche il post dedicato al risparmio sul riscaldamento), per combattere l’umido nelle stanze abbiamo dovuto per forza affidarci a un deumidificatore portatile, in modo da spostarlo facilmente da una stanza all’altra della casa. Usandolo appena stendiamo i panni umidi usciti dalla lavatrice, aiuta anche ad asciugare il bucato più in fretta! Insomma, i benefici del deumidificatore sono tanti, sia per la salute che per la cura della casa.

Migliore Deumidificatore Portatile 2016

Come Funziona il Deumidificatore Portatile?


Ci sono due tipi principali di deumidificatori portatili: elettrici e a sali. I primi si attaccano solitamente alla corrente e sono molto potenti, con pale che aspirano l’aria all’interno, la fanno condensare con un sistema di raffreddamento e la rilasciano più secca (tra le marche più famose ci sono Delonghi, Ariston, Elron, Mitsubishi, Argo, VicTsing, Olimpia Splendid e Trotec). Quelli a sali invece funzionano senza elettricità, semplicemente con il vecchio sistema della nonna per cui il sale assorbe naturalmente l’umidità e una volta consumata tutta la pastiglia, si cambia con una nuova. Ovviamente i deumidificatori a sale non hanno una potenza di raccolta d’aria e semplicemente asciugano quella che gli sta vicino, rendendo il processo molto più lento e adatto ad armadi o stanze piccole. Entrambi i tipi di deumidificatori possono essere definiti “portatili”, nel senso che non sono fissi su un muro, ma si spostano manualmente dove ce nè bisogno. Quelli a sali sono in plastica e leggeri, quindi si spostano più facilmente, mentre quelle elettrici di solito sono fatti con parti elettrico-meccaniche e pesano una decina di chili, oltre che doverli posizionare per forza vicino a una presa elettrica per farli funzionare.

Scelta Veloce del tuo Deumidificatore


Se non hai tempo o voglia di approfondire il processo di scelta per il tuo nuovo deumidificatore, ecco un breve riassunto con i modelli migliori che consiglio, suddivisi per fascia di prezzo. Più sotto trovi invece i dettagli approfonditi con tutti i dati che mi hanno portato a fare questa scelta:

Deumidificatore Trotec TTK 24 E
Modello: Trotec TTK 24 E
Litri / ore: 10 litri / 24 h
Portata d'aria: 100 m³ / h
Ambienti fino a: 20 m²
[Prezzo Medio Amazon]: 95 euro
Commento: è il più costoso della fascia sotto i 100 euro, ma ha una potenza incredibile, al pari di modelli molto più costosi. Per poche decine di euro in più rispetto alle marche meno costose, con il TTK 24 E si possono deumidificare ambienti fino a 20 metri quadri, raccogliendo anche 10 litri di acqua nell'arco di una giornata. Sicuramente consuma più di quelli meno potenti, ma se dobbiamo deumidificare una casa ci serve un sistema che funziona bene e in grado di assorbire più umidità possibile, questa è la scelta più adatta per risolvere il problema.

Deumidificatore Trotec TTK 71 E
Modello: Trotec TTK 71 E
Litri / ore: 24 litri / 24 h
Portata d'aria: 180 m³ / h
Ambienti fino a: 50 m²
[Prezzo Medio Amazon]: 150 euro
Commento: c'è poco da fare, Trotec ci sa fare con i deumidificatori e il TTK 71 E è quello che abbiamo scelto anche noi per la nostra casa. Più economico rispetto al più famoso Tasciugo DeLonghi, eppure molto più potente! E' stata una scelta facile, siccome avevamo bisogno di togliere umidità da stanze molto grandi come la sala, con il TTK 71 e la sua enorme portata d'aria e capacità di assorbimento, in poche ore tutto l'ambiente è sensibilmente più asciutto, la differenza si sente. Siccome è un prodotto comprato da molte persone potrebbe non essere facile trovarlo disponibile, ma potrebbe valere la pena aspettare un po' e prenotarlo.

Deumidificatore Trotec TTK 100 E
Modello: Trotec TTK 100 E
Litri / ore: 30 litri / 24 h
Portata d'aria: 225 m³ / h
Ambienti fino a:  90 m²
[Prezzo Medio Amazon]: 230 euro
Commento: anche per la fascia di prezzo sotto i 300 euro, la scelta è facilissima. Il modello più potente della Trotec ha una potenza enorme rispetto ai competitor di DeLonghi e Mitsubishi (basta vedere la tabella dettagliata qui sotto), capace di asciugare stanze fino a 90 metri quadri e assorbire 30 litri di acqua al giorno. La cosa divertente è che il prezzo è anche più basso delle altre marche più famose, come al solito quello che pagate nei prodotti più commerciali è la pubblicità e non le caratteristiche tecniche. Anche qui ripeto quello detto poco più sopra: per me un deumidificatore deve essere potente e assorbire tanta acqua negli ambienti in cui lo accendiamo, facile capire come la scelta sia di comprare quello più potente.

Come Scegliere il Deumidificatore?


Ci sono diverse guide all’acquisto online con i più svariati consigli, ma la scelta per il vostro deumidificatore va fatta a seconda della grandezza delle stanze che dovete “far seccare”, della quantità di umidità presente e della possibilità o meno di lasciare attaccato un apparecchio elettrico. Di seguito vi faccio un elenco di tutte le caratteristiche che dovestre valutare prima di comprare un nuovo deumidificatore portatile, in modo da scegliere quello più adatto per voi dalla lista qui sotto. Se avete domande specifiche fatemi sapere, ormai sono diventato un piccolo esperto nel combattimento dell’umido in casa!

Caratteristiche Deumidificatori
  • Marca: anche se spesso si può pensare che le marche più famose siano quelle di maggiore qualità, così non è. Ad esempio una marca come De’longhi potrebbe essere più conosciuta di Trotec, ma la seconda è una azienda specializzata in deumidificatori e ventilazioni aziendali, quindi conoscono molto bene come dovrebbe funzionare un deumidificatore professionale.
  • Modello: ogni azienda che produce deumidificatori crea diversi modelli, dai nomi più o meno buffi
  • Prezzo: il prezzo attuale del deumidificatore nei vari negozi di elettronica più forniti in Italia (Amazon, Mediaworld, Euronics, Trony, Expert). Solitamente su Amazon potete farvi spedire il prodotto a casa senza costi di spedizione, mentre negli altri negozi potete andare a ritirarlo nella sede più vicina o pagare le spedizioni. Naturalmente il costo è da relazionare al resto delle caretteristiche, in modo da trovare quello con il miglior rapporto qualità / prezzo.
  • Capacità deumidificazione / ore: la quantità di acqua (in litri) che il deumidificatore può estrarre dall’aria in 24 ore. Più litri può estrarre al giorno, più veloce sarà l’asciugatura della stanza. La capacità varia a seconda della grandezza della stanza, della percentuale di umidità nell’aria, dalla temperatura e da altri fattori: consideratela quindi come una caratteristica di capacità potenziale, più è alta e meno dovrete aspettare.
  • Portata d'aria: per i deumidificatori elettrici si riferisce alla potenza della ventilazione, di assorbimento dell’aria e quindi fin dove l’apparecchio riesce a recuperare l’aria per asciugarla. Anche qui più è alta, più il prodotto è potente, veloce e quindi si adatta meglio a stanze grandi.
  • Ambienti fino a: una stima della grandezza massima in metri quadri che il deumidificatore può asciugare in condizioni ottimali, da tenere in considerazione in base alle misure delle vostre stanze (insomma, non prendere apparecchi adatti a una stanza da 10 metri quadri per poi metterlo in una da 50 metri quadri, servirebbe a poco).
  • Capienza Tanica: quanti litri può tenere la vaschetta della raccolta acqua prima di doverla svuotare.
  • Misure (P. x L. x A.): profondità, larghezza e altezza del deumidificatore, in centimetri
  • Peso: il peso del prodotto in chilogrammi
  • Timer: segnala se il deumidificatore ha la possibilità di settare un timer per farlo spegnere automaticamente dopo tot ore.
  • Spegnimento automatico in base all’umidità (umidostato): segnala se il deumidificatore ha la possibilità di spegnersi da solo quando l’umidità dell’aria ha raggiunto la percentuale stabilita.
  • Spegnimento a tanica piena: questa caratteristica è essenziale e infatti ce l’hanno praticamente tutti i migliori deumidificatori, in pratica smettono di funzionare quando la vasca di raccolta dell’acqua è piena, in modo da non farla traboccare.
  • Tubo di scarico: in alcuni modelli invece di usare la vaschetta per raccogliere l’acqua è possibile usare un tubo, che porta l’acqua direttamente dentro un catino più grosso oppure uno scarico (lavandino, gabinetto, ecc.).
  • Misurazione umidità (igrometro): se l’apparecchio ha anche un misuratore per l’attuale livello di umidità della stanza. Non è relativo alla scelta dell’umidità che vogliamo, ma serve solo per misurare la percentuale prima o dopo l’uso del deumidificatore.
  • Temperature d’esercizio: la temperatura minima e massima in cui il deumidificatore può funzionare correttamente. Se è più freddo o più caldo di quelle temperature, il sistema di condensa non va.
  • Consumo Energetico: il consumo massimo in watt del deumidificatore, più è alto e più consuma. Naturalmente i modelli più potenti consumano molto ma possono asciugare più velocemente anche le stanze grandi, è importante quindi trovare un buon equilibrio tra basso consumo, risparmio energetico ed efficacia. Per esempio un apparecchio che consuma meno (ed è quindi meno potente) dovrà rimanere acceso molto più tempo rispetto a uno che consuma di più, ma ci mette meno per asciugare l'aria.
  • Rumore: la misura in decibel (dB) del rumore prodotto dal deumidificatore quando è in funziona, più è bassa e più è silenzioso. Le versioni a sali ovviamente non fanno alcun rumore, mentre quelli elettrici per grandi stanze sono più rumorosi, ma se avete necessità di asciugare molti metri quadri in poco tempo è l'unica soluzione. Potete sempre accendere il deumidificatore quando siete in un altra stanza, oppure quando uscite per veloci commissioni.
  • Maniglia: presenza di una maniglia (o più) per facilitare lo spostamento del deumidificatore da una stanza all’altra.
  • Ruote: presenza di ruote per facilitare lo spostamento del deumidificatore da una stanza all’altra.
  • Filtro lavabile: possibilità di staccare il filtro anti-polvere davanti alla ventola dell’apparecchio per poterlo lavare quando è necessario.
  • Opinioni: link alle recensioni del relativo deumidificatore dei clienti che lo hanno comprato su Amazon.

Ora che sapete quali sono le caratteristiche importanti da valutare prima di scegliere un deumidificatore, ecco la lista dei consigli del 2017 suddivisi per fascia di prezzo e tipologia!

Migliori Deumidificatori Elettrici sotto i 100 euro


 Marca VicTsingElroVicTsingTrotec
Foto Deumidificatore Portatile: Homasy Mini Deumidificatore Portatile: Elro DH600 Deumidificatore Portatile: VicTsing Homasy Deumidificatore Portatile: Trotec TTK 24
 Modello Homasy Mini
HD H1 WEU
DH600 Homasy
HD H004 WEU
TTK 24 E
 Prezzo Amazon 60 euro 65 euro 74 euro 95 euro
 Prezzo Mediaworld non disp. non disp. non disp. non disp.
 Prezzo Euronics non disp. non disp. non disp. non disp.
 Prezzo Trony non disp. non disp. non disp. non disp.
 Prezzo Expert  non disp. non disp. non disp. non disp.
Litri / ore 0,2 litri / 24 h 0,6 litri / 24 h 0,24 litri / 24 h 10 litri / 24 h
 Portata d'aria non disp. non disp. non disp. 100 m³ / h
 Ambienti fino a  10 m² 10 m² 10 / 15 m² 20 m²
 Capienza Tanica 0,49 litri 2 litri 2 litri 1,6 litri
 Misure (P. x L. x A.)  21 x 19 x 25 cm 22 x 26 x 48 cm 17 x 23 x 38 cm 30 x 35 x 51 cm
 Peso  1,3 kg 3,1 kg 2,4 kg 10 kg
Timer  NO NO NO NO
 Si spegne da solo in base all’umidità  NO NO NO NO
 Si spegne a tanica piena   SI SI SI SI
 Tubo di scarico   NO NO NO SI
 Igrometro  NO NO NO NO
 Temperature d’esercizio  da 15° a 35°C da 15° a 40°C da 15° a 35°C da 5° a 32°C
 Consumo Energetico  22 watt 69 watt 50 watt 250 watt
 Rumore  35 dB 52 dB 35 dB 42 dB
 Maniglia NO SI SI NO
 Ruote NO NO NO NO
 Filtro lavabile NO NO NO SI
 Opinioni 68+ recensioni 17+ recensioni 29+ recensioni

Migliori Deumidificatori Elettrici sotto i 200 euro


 Marca OlimpiaArgo ClimaTrotec  De'Longhi
Foto Deumidificatore Portatile: Olimpia Secco 14 Deumidificatore Portatile: Argo Clima Dry Digit Deumidificatore Portatile: Trotec TTK 71 E Deumidificatore Portatile: De'Longhi TASCIUGO
 Modello  SECCO 14 DRY DIGIT 13 TTK 71 E TASCIUGO
 Prezzo Amazon  120 euro 130 euro 150 euro 195 euro
 Prezzo Mediaworld  129 euro 135 euro non disp. non disp.
 Prezzo Euronics  149 euro 155 euro non disp. 195 euro
 Prezzo Trony 127 euro 155 euro non disp. non disp.
 Prezzo Expert non disp. 159 euro non disp. non disp.
Litri / ore  14 litri / 24 h 13 litri / 24  h 24 litri / 24 h 10 litri / 24 h
 Portata d'aria non disp. 115 m³ / h 180 m³ / h 100 m³ / h
 Ambienti fino a  40 m² 20 m² 50 m² 45 m²
 Capienza Tanica 2 litri 3 litri 2 litri 2 litri
 Misure (P. x L. x A.)  26 x 31 x 43 cm 23 x 50 x 54 cm 27 x 35 x 55 cm 26 x 33 x 41 cm
 Peso  13 kg 11 kg 11,4 kg 10 kg
Timer  NO SI SI NO
 Si spegne da solo in base all’umidità  SI SI SI SI
 Si Spegne a tanica piena   SI SI SI SI
 Tubo di scarico   SI SI SI SI
 Igrometro  NO NO NO NO
 Temperature d’esercizio  da 5° a 32°C da 5° a 35°C da 5° a 35°C da 5° a 32°C
 Consumo Energetico  210 watt 230 watt 440 watt 190 watt
 Rumore  36 dB 43 dB 50 dB 38 dB
 Maniglia  SI SI SI SI
 Ruote  NO SI NO NO
 Filtro lavabile SI SI SI SI
 Opinioni 37+ recensioni 138+ recensioni 526+ recensioni

Migliori Deumidificatori Elettrici sotto i 300 euro


 MarcaTrotecDe'LonghiDe'LonghiMitsubishi Electric
Foto Deumidificatore Portatile: Trotec TTK 100 E Deumidificatore Portatile: Delonghi Tasciugo Ariadry Light Deumidificatore Portatile: Delonghi Tasciugo DDS Deumidificatore Portatile: Mitsubishi Electric MJ-E12CH-S1
 Modello TTK 100 E ARIADRY LIGHT DNC 65 ARIADRY  DDS20 MJ-E12CH-S1
 Prezzo Amazon 230 euro 240 euro 250 euro
 Prezzo Mediaworld non disp. non disp. 250 euro 266 euro
 Prezzo Euronics non disp. non disp. 299 euro 289 euro
 Prezzo Trony non disp. non disp. 252 euro 289 euro
 Prezzo Expert non disp. non disp. 315 euro non disp.
Litri / ore 30 litri / 24 h 18 litri / 24 h 20 litri / 24 h 12 litri / 24 h
 Portata d'aria 225 m³ / h 160 m³ / h 160 m³ / h non disp.
 Ambienti fino a  90 m² 30 m² 35 m² 26 m²
 Capienza Tanica 5,5 litri 2 litri 4,5 litri 3,8 litri
 Misure (P. x L. x A.) 31 x 43 x 68 cm 17 x 29 x 47 cm 28 x 35 x 49 cm 18 x 38 x 57 cm
 Peso  17 kg 6 kg 15 kg 12 kg
Timer  SI SI SI SI
 Si spegne da solo in base all’umidità SI SI SI SI
 Si spegne a tanica piena SI SI SI SI
 Tubo di scarico  SI SI SI SI
 Igrometro  NO NO NO NO
 Temperature d’esercizio  da 5° a 35°C da 1° a 40°C da 5° a 30°C da 1° a 35°C
 Consumo Energetico  530 watt 520 watt 410 watt 225 watt
 Rumore  46 dB 34 dB 50 dB 37 dB
 Maniglia SI SI SI SI
 Ruote SI NO SI NO
 Filtro lavabile SI SI SI SI
 Opinioni 102+ recensioni 33+ recensioni

Migliori deumidificatori portatili a Sali

Se per qualche motivo non potete usare una presa elettrica (ad esempio in una vecchia cantina o garage), se volete risparmiare sulla corrente, non avete grandi problemi di umidità e non c'è fretta di asciugare l'aria in poco tempo, potete anche considerare i modelli a sali (Cloruro di calcio o sale). Tenete comunque conto che le versioni commerciali hanno solitamente bisogno di ricaricare le pasticche ogni tot settimane, quindi anche se non consumate elettricità dovrete comunque comprare sempre delle nuove pasticche (a meno che non scegliate la versione fai-da-te con sale grosso da cucina).

Deumidificatore Portatile a Sali: Ariasana Aero 360
Marca: Ariasana
Modello: Aero 360°
Prezzo Amazon: 20 euro (comprende struttura e 3 pasticche)
Prezzo ricariche sali tab: 6+ euro
Durata pasticche: 2 - 3 settimane a seconda dell’umidità
Ambienti fino a: 10 - 20  
Capienza Tanica:  450+ ml
Misure (P. x L. x A.) 16 x 15 x 25 cm
Peso: 500+ grammi
Opinioni: 17+ recensioni


Deumidificatore Portatile a Sali: Wenko
Marca: Wenko
Modello: 5410010100
Prezzo Amazon 14 euro (comprende struttura e 1 pasticca)
Prezzo ricariche sali tab: 8+ euro (Cloruro di calcio)
Durata pasticche: circa un mese a seconda dell’umidità
Ambienti fino a 10 - 20 m²
Capienza Tanica 1 litro
Misure (P. x L. x A.) 15 x 16 x 24 cm
Peso: 1+ kg
Opinioni 100+ recensioni

 

 

Deumidificatore Portatile a Sali Fai da te

Vista la semplicità di funzionamento del sistema di assorbimento umidità a sali, potete anche crearvi da soli un piccolo deumidificatore fai da te, usando semplicemente una bottiglia di plastica e del sale grosso da cucina. Il tutto vi costa davvero pochissimo (1 kg di sale costa circa 20 centesimi) e potete costruirne tanti da posizionare in diversi punti della casa, siccome la loro capacità di assorbimento rimane comunque minore rispetto a quelli elettrici. Ci sono numerosi tutorial online su come create questo sistema casalingo, come quelli su Idee Green, Tecnologia Ambiente e quello di design inventato da Clyo!


Percentuale ideale di umidità in casa:

Ci sono vari studi riguardo la percentuale ideale di umidità rispetto alla temperatura in casa, ma per le sensazioni fisiche credo che alla fine sia sempre una questione di abitudine personale. Solitamente si danno come tassi ideali una umidità del 40% quando si hanno circa 21° in casa. I migliori deumidificatori elettrici permettono di settare il livello di umidità desiderato, così potete scegliere quello più adatto e una volta raggiunto si spengono da soli. 

Il deumidificatore funziona contro la muffa?

Se per “contro la muffa” intendete la prevenzione e se la muffa a casa vostra è causata dalla umidità dell’aria e conseguente condensa sui muri (e non da altri fattori come infiltrazioni d’acqua, sporco, ecc.) … allora è facile capire come un sistema di de-umidificazione possa risolvere la causa e quindi evitare anche che la muffa esca! La muffa nasce e prolifera su muri e mobili quando in casa c’è una temperatura maggiore di 20° con una percentuale di umidità maggiore del 60%, quindi sopratutto d'estate (e in inverno con i caloriferi accesi) cercate di mantenere l’umidità sotto il 50% in modo che l’ambiente sia abbastanza “secco” da non facilitarne l’uscita. Naturalmente il deumidificatore non è un rimedio, ovvero se avete già la muffa sui muri, dovete prima pulirla (magari con un prodotto anti-muffa naturale fatto in casa) e possibilmente ridipingere la parte di parete con una vernice anti-muffa. Per esperienza personale nella nostra casa, il deumidificatore elettrico associato a maggiori ricambi d’aria (aprendo le finestre per almeno 15 minuti prima di far partire l’apparecchio) ha aiutato a fermare la fuoriuscita della muffa, proprio perchè abbiamo meno umidità nelle stanze.

Il deumidificatore funziona contro la muffa?

Quanto tenere acceso il deumidificatore?

Questa è una domanda che si sente spesso, ma in realtà se userete un deumidificatore professionale o a sale non dovrete neanche preoccuparvi di quanto tempo tenerlo acceso. Quelli elettrici più evoluti si spengono da soli quando il livello di umidità è sceso alla percentuale voluta, mentre quelli a sale non si devono neanche accendere, sono naturalmente sempre funzionanti! Se invece volete sapere quanto tempo ci mette un deumidificatore ad asciugare l’aria, bhe quello dipende dalla sua potenza, dalla grandezza della stanza e dal tasso di umidità. Quindi non esiste risposta universale :P

Differenza tra climatizzatore e deumidificatore?

Potete trovare delle spiegazioni dettagliate sui forum degli esperti, ma per sintetizzare un Climatizzatore serve sopratutto per rinfrescare l’aria della casa in estate quando fa molto caldo, mentre (come abbiamo ormai capito) un Deumidificatore serve per ridurre la percentuale di umidità nell’aria. Le due cose sono molto diverse, ma allo stesso tempo il rapporto tra temperatura e umidità influenza il “calore” percepito dal corpo umano, quindi se c’è meno umidità sentirete meno caldo (ecco perchè un deumidificatore in estate può aiutare ad “abbassare la temperatura”). Qui sotto il grafico dettagliato (humidex) con il calore “percepito” e quindi effettivo, le caselle rosse sono quelle più calde, quelle azzurrine le più fresche.


Asciugatrice o deumidificatore?

Anche in questo caso ci sono delle discussioni approfondite su diversi forum, e come per la domanda sul climatizzatore possiamo dire che i due apparecchi sono molto diversi tra loro! L’asciugatrice si usa principalmente per fare asciugare i panni appena lavati, in modo che non dobbiate stenderli in casa e aumentare quindi l’umidità della stanza. La differenza è quindi che con una asciugatrice potete eliminare una delle cause dell’umidità, ma non vi servirà a molto per il resto. Con il deumidificatore potete anche velocizzare l’asciugatura del bucato, ma ci metterà comunque più tempo rispetto ad una asciugatrice. Insomma: se volete asciugare i panni e basta, allora vi basta una asciugatrice (ne trovate a partire dai 40 euro su Amazon oppure scegliere una lavatrice che ha già un sistema per asciugare), invece se volete togliere umidità a tutta la casa e fare asciugare un pochino prima i panni, allora è meglio un deumidificatore. Se potete permettervelo i due apparecchi usati in collaborazione possono essere sicuramente utili per risolvere al meglio il problema umidità!

Il deumidificatore fa male?

Di per se no, non arreca alcun danno alla salute! Il deumidificatore non ha particolari effetti collaterali: sia quelli a sali che quelli elettrici utilizzano due principi naturali, quello dell’assorbimento (igroscopia) e quello della condensa. Non rilasciano quindi alcun tipo di gas nocivo, soprattutto i migliori modelli sono testati per essere sicuri. Una domanda più corretta dovrebbe essere: l’aria secca fa male? Perchè in fondo quello che fa un deumidificatore è semplicemente quello, togliere umidità e quindi rendere l’aria più “secca”. Se state pensando di comprare un deumidificatore probabilmente di umidità ne avete fin troppa e se la vostra casa rimane con una percentuale al di sopra del 20%, non avrete problemi. Anche nel caso in cui l’umidità scenda sotto al 20% per molto tempo (cosa molto difficile se abitualmente la percentuale è più alta), la conseguenza sarà solo una certa secchezza della pelle, occhi, naso e gola (sopratutto nei neonati), a quel punto vi basterebbe non usare il deumidificatore (a avendo una casa umida, dopo poco tempo tornerebbe normale). In generale fa più male una alta umidità in casa, siccome porta più acari e muffe, quindi in questo caso il deumidificatore fa solo bene, aiutando a limitarla!

Il deumidificatore è detraibile nei bonus fiscal?

Purtroppo no, per quanto la definizione sul sito dell'Agenzia delle Entrate sia molto vaga a quanto sembra i deumidificatori non rientrano nelle detrazioni fiscali relative al risparmio energetico:
La detrazione spetta per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016 per l’acquisto di "grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica." [...] "Rientrano, per esempio, fra i grandi elettrodomestici: frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento."
Il bonus infatti è relativo solamente ai grandi elettrodomestici di classe energetica A+ e superiore, una categoria di cui la maggior parte dei deumidificatori casalinghi non fa parte. In ogni caso grazie alle offerte sui vari siti di elettronica, dovreste essere in grado di comprarne uno ottimo senza spendere troppo.

E questo è tutto per il 2017, cercherò di aggiornare il post nei mesi futuri se ci sono novità. Se avete domande, curiosità o consigli per altri deumidificatori, lasciatemi pure un messaggio qui sotto!

Nessun commento:

Posta un commento

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...