19 aprile 2013

La Libertà Come Stile di Vita, di Tom Hodgkinson


La Libertà Come Stile di Vita (titolo originale "How to be free") è un libro di Tom Hodgkinson pubblicato nel 2007, in cui trovare spunti interessanti per chi non ha più voglia di seguire i paradigmi della società lavorativa, politica ed economica attuale.

Premetto subito che questo saggio contiene molti concetti interessanti su cui riflettere, ma sarebbe potuto essere scritto meglio da qualcun altro, forse. Tom Hodgkinson è una persona che non mi piace, o almeno non mi piace come scrive: tra una riflessione e l'altra sulla vita moderna e la necessità di rallentare, ci infila battute che non mi fanno ridere o commenti che vorrebbero mostrare al lettore come lui abbia una vita spassosa e ribelle, con frasi tipo: "Si! basta che ci siano i soldi per la birra e le sigarette di oggi e al domani ci penseremo domani. Preferirei avere le lenzuola strappate e una dispensa piena di birra che essere astemio e avere un corredo completo" o come "una volta sprecavo soldi per questo e quello, bla bla bla, compravo cellulari costosi e mi stressavo, ma adesso risparmio, rallento e sono un uomo nuovo e in pace con il mondo" oppure "Meglio non usare la luce elettrica, se usiamo le candele si vede anche meno che la casa è sporca e quindi dobbiamo impiegare meno tempo a pulire". Forse l'umorismo inglese non fa per me.

Detto questo, La Libertà Come Stile di Vita rimane un libro con idee stimolanti, sopratutto in questo periodo della mia vita in cui sono sempre più convinto di abbandonare il lavoro in ufficio per trovare un giusto equilibrio tra lavoretti part-time in proprio, coltivazione di orto e allevamento di polli. Non serve a nulla lavorare 8 ore al giorno per 5 giorni alla settimana per accumulare soldi, quando si può vivere benissimo in maniera più semplice, spendendo poco, con poche cose, vendendo qualcosa online, riciclando, collaborando con gli amici, costruendosi da soli i mobili, vendendo torte o biscotti al mercato del paese, piantando semi, consumando meno e trovando un migliore rapporto con il proprio tempo.

Facile? Difficile? Possibile? Impossibile? Questo è un po' random, dipende molto dal luogo in cui abitate, dalle possibilità di cambiare città, regione o stato, dalla non paura della "povertà", da amici con gli stessi obiettivi con cui organizzare una comune, dalle capacità personali e dalla volontà di vivere in un altro modo rispetto alla frenesia di lavoro e consumo forzato che regna un po' dappertutto. Downshifting, insomma.

Insomma, di cosa parla Tom Hodgkinson in La Libertà Come Stile di Vita? Qui sotto una serie di frasi e citazioni tratte dal libro, per avere un'idea più chiara dei suoi contenuti. Poi come sempre, se trovate queste parole interessanti, potete prendere in prestito il volume presso la vostra biblioteca di fiducia oppure se non lo hanno, potete trovarlo facilmente su IBS, Amazon UK o Play.com. Buona lettura!

Nell'ottica dell'anarchia, i contratti si stipulano tra individui, non tra cittadino e stato. L'anarchia si basa sull'idea che gli esseri umani siano fondamentalmente buoni e dovrebbero potersi governare da soli;

Il senso della vita è riappropriarsi delle libertà perdute. A scuola e al lavoro ci persuadiamo a vicenda di non essere liberi nè responsabili. Creiamo un mondo di doveri, obblighi e cose da fare. Dimentichiamo così che la vita dovrebbe essere vissuta con spontaneità, gioia, amore.

Morte ai supermarket
Impasta il pane
Suona l'ukulele
Fai musica
Smetti di consumare
Inizia a produrre
Tornatene in campagna
Schiaccia l'usura
Scegli la povertà
Lunga vita allo scalpello
Ignora lo stato
Le riforme sono inutili
Lunga vita alla vanga
Lunga vita al cavallo
Lunga vita alla penna d'oca
Ama il tuo prossimo
Sii creativo
Scava la terra
Produci concime
La vita è assurda
Noi siamo liberi

15 aprile 2013

Schizopolis: se David Lynch sognasse una commedia?


Schizopolis è un film del 1996 scritto e diretto da Steven Soderbergh, regista che di solito è conosciuto per roba tipo la trilogia di  Ocean's Eleven, Twelve e Thirteen, sarà forse che questa pellicola è stata uno dei suoi più grandi insuccessi commerciali, ma fortunatamente per noi pubblico difficile, una delle sue creazioni più interessanti e originali.

Il modo migliore per descrivere Schizopolis è: se David Lynch decidesse un giorno di dirigere una "commedia", forse il risultato sarebbe molto simile a questo. Senza perdermi in spoiler che rovinerebbero la visione del film, in Schizopolis possiamo trovare personaggi a metà tra il reale e il surreale, scene oniriche, cambi di ruoli, situazioni inconcludenti, leader politico-religiosi, sdoppiamenti personali e infinite interpretazioni sul significato del tutto.


Il film può essere definito nonsense da chi non comprende la bellezza dell'immaginazione, apertura mentale sottolineata dal fatto che Soderbergh ha diretto il tutto senza uno script preciso, liberamente inventando i dialoghi prima di ogni scena e lasciando grande spazio all'improvvisazione.

Perchè parlo di commedia lynchiana? Perchè i temi trattati in Schizopolis sono sempre ironici e non si prendono mai troppo sul serio, pur toccando concetti molto seri come il linguaggio umano, la società e la comunicazione interpersonale. Musichette sghembe e personaggi bizzarri non possono che regalare vari sorrisi tra un WTF e l'altro. Al contrario della cinematografia di David Lynch in cui il mondo onirico è esplorato dal punto di vista degli incubi e delle ossessioni, qui si tratta di sogni leggeri tra le noie della vita quotidiana.


Sembra che il film sia abbastanza difficile da reperire originale (costa un po', oppure è in riordino), potete comunque cercarlo online su qualche Torrent grazie a Google e poi se vi piace, potete provare a comprare il DVD su Amazon UK o Amazon IT a circa 10 euro. E come racconta uno dei personaggi nell'introduzione al film: se rimanete confusi da Schizopolis non vi preoccupate, è solo colpa vostra. Buona visione!


Trailer da Youtube:


Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...