8 marzo 2013

L'Arte di Ascoltare, di Erich Fromm

L'arte di Ascoltare, di Erich Fromm

Ho già scritto di Erich Fromm con il post su Fuga dalla Libertà e oggi è il turno di un altro suo libro, dal titolo "L'arte di ascoltare", un libro che parla in maniera semplice ma profonda della psicoanalisi, ovvero l'arte di ascoltare sè stessi e gli altri, un termine un po' tecnico per definire una forte sensibilità ed empatia, per capire chi siamo e perchè facciamo quello che facciamo.

In L'Arte di Ascoltare, non mancano naturalmente tutte quelle riflessioni sulla società moderna e il suo decadimento, tanto care alla Scuola di Francoforte di cui Fromm faceva parte. L'essere umano è normalmente malato, ovvero è la società stessa a essere ormai ricca di patologie e psicosi che non vengono riconosciute come tali poichè sono comuni alla maggior parte della popolazione.

Lo psicoanalista in teoria dovrebbe essere un uomo illuminato, in grado di vedere oltre alle abitudini comuni e capace di aiutare qualcuno sofferente per una minore sensibilità e riflessività. Psicoanalisi, autoanalisi, rilassamento, meditazione: sono molte le tecniche di risveglio che Fromm indica all'uomo contemporaneo (non solo a eventuali psicoanalisti), che deve prima di tutto ascoltare sè stesso, per poter conoscere davvero gli altri e fuggire dal conformismo del mondo che lo circonda.

Avete capito qualcosa da questa introduzione? Forse si o forse no, quindi per capire un po' meglio cosa ha scritto Erich Fromm ne L'Arte di Ascoltare, qui sotto una serie di frasi e citazioni, per avere un'idea di quello che potete leggere nel libro. Se l'argomento vi interessa, potete trovarlo facilmente in prestito nella vostra biblioteca di fiducia. Buona lettura!
Vorrei ora riportare un altro esempio che solleva questioni complesse. Riguarda l'uomo dell'organizzazione moderna,  e il problema se il suo essere così malato, alienato, narcisista, sradicato, senza un vero interesse per la vita, sia realmente una malattia. [...] Da una parte si può certo obiettare che l'uomo moderno è effettivamente molto malato, come si vede anche da determinati sintomi; è angosciato, insicuro, e ha continuamente bisogno di confermare il suo narcisismo. Ma si potrebbe anche dire che in tal senso non può essere malata un'intera società, perchè in fondo le persone "funzionano". Secondo me il problema consiste nel riuscire ad adattarsi alla malattia generale, a ciò che potremmo definire "patologia della normalità".

Tra i fattori costituzionali favorevoli rientra il grado di vitalità, ovvero di amore per la vita. Una persona può soffrire di una nevrosi abbastanza grave ed essere affetta da un notevole narcisismo, anzi addirittura da una forte fissazione incestuosa. Ma sono personalmente convinto che il quadro appaia completamente diverso se essa è dotata di amore per la vita.

Il primo e più importante compito dell'analisi non è dunque quello di infondere coraggio al paziente, quanto quello di aiutarlo a percepire la sua infelicità. [...] Soffrire è quantomeno una sensazione reale che fa parte della vita. Chi non si rende conto della propria sofferenza, o si limita a guardare la televisione o a passare il tempo in qualche modo, non arriva da nessuna parte.

6 marzo 2013

Sax Ruins - Yawiquo


I Sax Ruins non sono altro che l'ennesima reincarnazione dei Ruins, ovvero di Tatsuya Yoshida, batterista Giapponese che dal 1985 suona la batteria nel suo gruppo dove gli sembra difficile mantenere un secondo componente per un tempo stabile. Ecco che dopo aver passato diversi bassisti, chitarristi e rumoristi vari, nel 2009 Tatsuya fa combutta con il saxofonista Ono Ryoko pubblicando l'album Yawiquo, per risuonare alcuni pezzi dei Ruins in versione jazzcore, per così dire.

Non è che ci sia molto altro da scrivere, le canzoni dei Sax Ruins sono delle pillole spastiche di batteria e sax, con ritmo non lineare, senza voce ma con ironia un po' noise. La gente su Last FM li tagga come avant-garde jazz, death jazz, fucking nuts, jazzcore, noise-jazz, sax sex. Prendevi un paio di minuti e ascoltate le tracce qui sotto, così avete un'idea migliore su cosa trovare in Yawiquo.

Potete poi comprare Yawiquo in CD per supportare i Sax Ruins, prendendolo su Play.com a circa 8 euro, oppure su Amazon UK a circa 12 euro. Se non siete tanto sicuri, cercatevi prima una preview in download su Google. Buon ascolto!





Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...