26 giugno 2012

Disappearing tracks | Entanglement unwinds | In threads of golden error | What strange attractors ahead | Lie awake in wait?


14 commenti:

  1. Lei però è contenta... magari ora si gira e vomita nella vasca intossicata dai fumi del Viakal ;P

    RispondiElimina
  2. ... o di una donna delle pulizie efficiente ;-P

    RispondiElimina
  3. @Clyo: la cosa dell'intossicazione da Viakal mi ricorda un pezzo di un libro, Survivor di Chuck Palahniuk. Io quando lavo il bagno (con moderazione!) cerco di usare detergenti naturali, così non muoio :P

    @Acalia: o di continuare a cambiare casa appena si sporca troppo ;U

    RispondiElimina
  4. Naturali tipo? io ogni volta rischio di svenire nella vasca o liquefarmi e finire direttamente nello scarico... :(

    RispondiElimina
  5. Li prendo dal Gruppo di Acquisto Solidale di queste parti, però arrivano (quando arrivano, a volte sono finiti) da http://www.hierbabuena.it/pages/prodotti/detersivi.php

    RispondiElimina
  6. chiamiamo lei per ripulire la vasca dal sapone di Aleppo??!! Uhh che bagno scintillante...
    http://biodetersivi.altervista.org
    Qui ci sono un po' di ricette naturali, utili per non morire intossicati durante le pulizie (aceto a parte...)

    RispondiElimina
  7. Un GRAZIE Yotsuba! È molto utile questo link, mi informerò anche su quelli solidali ma per ora non conosco posti in cui li vendano qui da me.
    In campeggio dopo lo "smarrimento" del detersivo mi arrangiai con la cenere, diversi anni fa, ovviamente non svelai a nessuno il mio segreto... Ma visto che, grazie a me, sta diventando il post per casalinghe disperate...

    RispondiElimina
  8. ... buona l'idea della cenere! Prima che Unilever e co ci convincessero che solo i super detersivi puliscono, le nonne usavano la cenere per sbiancare la biancheria!

    Da una veloce ricerca online ho trovato questi due riferimenti. Sei in zona Torino giusto?
    http://www.retecosol.org/modules.php?op=modload&name=Sections&file=index&req=viewarticle&artid=3&page=1

    http://gasato.altervista.org/
    Da un post per casalinghe disperate siamo passati a quello per casalinghe equo solidali ambientaliste

    RispondiElimina
  9. L'importante è non usare l'aceto perchè puzza ;P

    RispondiElimina
  10. Il primo link è di un website Offline... che sia scaduto prprio il giorno dopo che l'hai trovato? :D
    Il secondo è aggiornato al 2009.... comunque conosco i GAS so anche che portano frutta e verdura dalle campagne vicino a casa mia, per cui mi pare inutile pagare ciò che ho già. Non so se fanno anche detersivi attualmente, ma sono comunque fuori mano per me: è meglio se provo a fare qualche esperimento casalingo col bicarbonato!
    Comunque grazie! ;)

    RispondiElimina
  11. Strano, non ho problemi a visualizzare il primo link. Rimanda alla pagina di DESTO - Distretto di Economia Solidale di Torino.

    Il Gas è utile per procurarsi prodotti alternativi al super (pasta, riso, detersivi, saponi, formaggio, carta igienica...), spesso bio e a km0 senza spendere una fortuna. In più conosci i produttori e non ci sono intermediari che si arricchiscono a spese di chi produce.
    Per me che appena metto piede in un supermercato divento di pessimo umore, il Gas è un'ottima soluzione!

    Buone pozioni con il bicarbonato:)

    RispondiElimina
  12. In genere anch'io odio i supermercati e mi viene ansia nei luoghi troppo affollati, però nell'ultimo anno ho risolto facendo la spesa in un supermercato vicino ad Alba in cui i prodotti sono a Km0, riciclano la plastica per i carrelli e anche il sabato non è mai stra-pieno come quelli di Torino.
    La carne la prendo dal macellaio di zona e altra frutta e verdura arriva dai parenti con l'orto. ;)

    RispondiElimina
  13. Non male la tua spesa!

    Il fatto che i super mi mettono di pessimo umore credo dipenda dalle luci, dalla mancanza di riciclo d'aria, dalla troppa gente accalcata con carrelli strapieni e dal troppo cibo a disposizione! Persone e luogo mi trasmettono un senso di spreco...

    RispondiElimina
  14. Capisco il disagio. In generale non mi piacciono i posti affollati in cui la gente si muove con la lucidità di una gallina. Al cibo non faccio molto caso, se proprio sono stressata mi fermo al reparto libri e mi chiudo in me stessa oppure guardo le cose inutili per la casa..in quei luoghi non c'è mai nessuno. Ovvio poi mi serve qualcuno che faccia la spesa per me ; )

    RispondiElimina

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...