13 marzo 2012

Aboliamo il lunedì, sui treni per ore, meeting, games, scatole nere, ciliegi, comunque dormo

Iniziare la settimana lavorativa al martedì non è niente male, con il venerdì a casa praticamente lavoro solo 3 giorni. Dovrebbero esser tutte le settimane così. Alzarsi alle 6 questa mattina non è stato comunque facile.


Il weekend da Rosa si è consumato in un attimo, tra saluti, accoglienze, dialoghi, spese al discount, nerdate, cene, pranzi, partite epiche a Perfect Dark (sempre 5 a 6, WTF!), giri turistici nel paese per vecchi, dormite, concerti, incontri, citazioni e scambi culturali. Napo ha apprezzato i cookies, ma fra una cosa e l'altra, ci siamo ovviamente dimenticati di fargli un po' di domande che avevamo in mente e siamo finiti a parlare di pasticceria e gusti. Mula si riesce quasi a seguire anche stando in piedi davanti al palco. Ascoltare il CD di Idioti sul Dreamcast è una scelta coraggiosa che fa invidia a tutti i maniaci dei vinile. Forse nessun altro umano in Italia farà mai una cosa del genere. Ringraziamo anche il gatto di Rosa e compagna per avermi accolto sul divano a dormire (il gatto più tranquillo di sempre fra l'altro, credo di avergli dato più fastidio io quando mi giravo di notte).

Durante il viaggio non avevo voglia di giocare Onore no Shinzuru Michi wo Yuke per tutte quelle ore di seguito e allora ho iniziato Sakura Note per DS. Anche se è tutto in giapponese, fin dove sono arrivato si riesce a giocare senza troppi problemi. Ovviamente si perdono tutti i bellissimi dialoghi, ma non ci sono particolari enigmi o statistiche da leggere. E' una avventura grafica lineare, con storia e personaggi in pieno stile ex-Lovedelic. Adesso sono finito in una scuola lisergica ma forse sono bloccato perchè non ho idea di come aprire una porta. Vabhe, chiederò alla Misu se mi traduce cosa c'è scritto in giro sugli armadietti al neon e lo riprendo più avanti. 



Nelle attese per le coincidenze dei treni ho invece iniziato a leggere Survivor di Chuck Palahniuk, che mi aveva portato la Stilista di Argomenti. Carino il fatto che le pagine sono numerate al contrario. Storia abbastanza psicotica da intrattenere anche se non è uno dei soliti saggi che preferisco.

Va bene essere che, però anche qui, si comincia a straniare, eh ok, ma vabhe. Quindi adesso saltan fuori quelle che, però invece noi debordiamo il tutto con stile, così tanto per assicurarci di evitare. E abbondiamo con i punti esclamativi.

A quanto pare hanno annunciato PSO 2 per PS Vita. Ok, finchè era solo su PC ero salvo, ma adesso la mia vita futura potrebbe essere realmente in pericolo. Vediamo cosa accadrà se esce PAL. Nel senso, potrei benissimo prendermi un PS Vita e il gioco e giocarci 16 ore al giorno. Speriamo sia una merdata, così mi salvo.



Persona che sali sul treno dopo aver fumato, renditi conto che non solo i tuoi vestiti hanno un cattivo odore, ma il tuo alito puzza anche di putrefazione.

Siccome oggi è martedì e ormai ho finito di mangiare la macedonia, adesso finisco di rispondere a un paio di mail e poi me ne scappo a dormire le mie meritate 8 ore.

Ho un sacco di roba da fare, ma dovrà aspettare il weekend, che già si preannuncia impegnativo fra cartoomics, cineforum e sessioni di ruolo da tempo rimandate. Ronf.

6 commenti:

  1. Quindi hai conosciuto Napo portandogli dei biscotti? o lo conoscevi già?
    Ps Vita è tra noi...oi... oi...

    RispondiElimina
  2. Lo abbiamo incontrato più che conosciuto, pensavamo di dargli i biscotti dopo il concerto, ma ci ha preso alla sprovvista ed è comparso in mezzo al nulla proprio quando siamo entrati nel posto. PS Vita, attendiamo che cali di prezzo...

    RispondiElimina
  3. Io ho un odio sconfinato per i fumatori. Ho l'olfatto stranamente sviluppato e sento il puzzo di fumo a metri di distanza. Per fortuna la Dolce Metà non fuma, altrimenti sarebbe un vero e proprio dramma XD

    RispondiElimina
  4. Probabilmente non potrei mai stare con una persona che fuma, e non solo per l'odore, ma anche per quella sua insicurezza personale che l'ha portata a iniziare

    RispondiElimina
  5. a me i vari travestimenti delle insicurezze (mie e altrui) sono sempre piaciuti, probabilmente è una delle pagine più ricche che può offrire il catalogo umano. Buon venerdì :)

    RispondiElimina
  6. Non so, di maschere per l'insicurezza ce ne sono di 2 tipi, uno è attivo e riduce l'insicurezza con un'espansione della individualità, l'altro è passivo e la nasconde solamente dietro modelli e conformismo. Personalmente non stimo molto il secondo tipo, ma chissà. Domani sarà un venerdì impegnativo :(

    RispondiElimina

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...