6 febbraio 2012

Psychonauts [XBOX & PS2]: salti, viaggi mentali, lattai e campi estivi per piccoli psicopatici


Psychonauts è un platform / action game sviluppato da Double Fine Productions e nato dalla mente un po' psicopatica di Tim Schafer, ovvero colui che ci ha regalato negli anni avventure grafiche meravigliosamente demenziali come Day of the Tentacle, Monkey Island e Grim Fandango.

Il gioco è inizialmente uscito nel 2005 per Xbox e Playstation 2, scelta distributiva che mi lasciò molto triste, siccome all'epoca avevo solo un GameCube. Poi mi regalarono un Xbox, ma ormai Psychonauts sembrava essere diventato introvabile, se non a prezzi troppo alti. Forse nel 2007 sono finalmente riuscito a trovarne una copia a poco e finalmente giocarci con sommo piacere.


In fondo non mi diverto più con i platform, fin da quando ero piccolo ho giocato decine e decine di giochi di piattaforma, in cui saltare qui e là senza cadere nei buchi, in 2D o 3D, quindi è anche normale che il genere non riesca più a darmi molto. Ma Psychonauts non l'ho giocato per il suo gameplay, che riesce comunque a essere divertente e vario, ma sopratutto per i suoi personaggi e la sua ambientazione totalmente fuori dagli schemi.

Il protagonista è Razputin "Raz" Aquato, figlio di una famiglia di circensi che scappa dal circo perchè vuole diventare uno "Psychonaut", agente segreto del governo con poteri psichici. Ma come diventare uno Psychonaut? Naturalmente seguendo il corso nel campo estivo "Rock Psychic Summer Camp", dove i bambini americani con potenzialità mentali vanno in vacanza per allenare le proprie capacità.


Quello che inizia come un campeggio demenziale fra bambini un po' strani, si rivela presto una pericoloa avventura in cui uno scienziato pazzo tenterà di rubare i cervelli dei piccoli psichici, per creare un armata di carri armati robotici che sparano raggi laser mentali. Naturalmente sarà compito di Raz salvare i cervelli dei suoi amichetti e sconfiggere lo scienziato psicolabile.

La meraviglia di Psychonauts sta nel design dei suoi livelli: ogni area di gioco è ambientata all'interno della mente di un diverso personaggio, in cui dovremo affrontare la sua immaginazione, gli incubi e i sogni, per farlo tornare alla realtà.


Questo ha permesso una enorme creatività, situazioni sempre più surreali e scenari che cambiano in continuazione. Per esempio entrando nella mente di un pesce che vive nel lago vicino al campeggio, Raz sarà immaginato come un gigante che attacca una metropoli popolata da pesci impegnati nella vita di tutti i giorni, un po' come nei film giapponesi in cui un enorme mostro plasticoso tenta di distruggere Tokyo. Entrando invece nei pensieri della guardia di sicurezza del manicomio, ci troveremo in un onirico paesino senza leggi gravitazionali, in cui gli abitanti vivono nella paranoia di essere spiati dal terribile lattaio.

Non sto a svelare tutte le fantastiche e folli ambientazioni presenti nel gioco, anche perchè descriverle semplicemente non renderebbe giustizia alla loro stravagante genialità. Psychonauts va giocato dall'inizio alla fine, per amarlo. E per conoscere Mr. Pokeylope.


Dove comprare Psychonauts? Oggi dovrebbe essere più facile da recuperare: se avete un PC abbastanza decente e un pad, potete comprarlo su Steam 10 euro, oppure scaricarlo dallo store di Xbox Live per Xbox 360. Le copie originali per PS2 e Xbox rimangono un po' rare, ma su Amazon UK e Play.com potete comunque trovarle a vari prezzi. Have fun!





4 commenti:

  1. Character interessanti: per un pelo non sono tarri, ma è giusto quel pelo che me li fa apprezzare (nei limiti comunque di chi non gioca).
    Addirittura una settimana di cazzeggio?..forse dovrei iniziare ad andare anch'io dal medico quando sto male :)

    RispondiElimina
  2. Il gioco mi ha sempre interessato, soprattutto per il fatto che c'era Tim Schafer al timone. Peccato che i giochi di Double Fine siano un flop commerciale dopo l'altro. Per i fan di questo gioco questo intristisce come a me intristiscono le basse vendite di giochi come ICO.

    Una buona settimana di videogiochi può aiutare i malanni. Se vuoi la terapia d'urto, ti consiglio SPAWN per PSOne... se resisti e non lo lanci dalla finestra dopo cinque minuti, la malattia si suiciderà.

    RispondiElimina
  3. @Clyo: non conosco lo slang "tarri" ma immagino sia una cosa brutta, a me il character design in sè piace, ma i modelli 3D non gli rendono giustizia (probabilmente sarebbero stati meglio con una grafica 3D in "cell shading" ma chissà). Il medico mi ha dato fino a giovedì, ma visto che venerdì non lavoro, mi faccio tutta la settimana :P Se non devi dar conto a nessun capo, puoi anche stare a casa senza andar dal medico :P

    @Goffredo: mi pare che ultimamente i Double Fine stanno andando abbastanza bene con le vendite in digitale e i giochi meno "impegnativi" economicamente (fra l'altro devo ancora comprare Trenched / Iron Brigade), poi giusto oggi ho letto che Notch (quello di Minecraft) darebbe volentieri i fondi a Tim per sviluppare Psychonauts 2... chissà :P Evito volentieri di giocare a SPAWN e continuo a rigiocare Majora's Mask ;)

    RispondiElimina
  4. Non riesco a trovarti un riferimento di quei character volgar-aggressivi-infantili che campeggiavano sulle magliette a fine anni '90 (meglio così).

    Se lavori in casa: non chiedi mutua a nessun capo, non vai dal medico, perché tanto non devi chiedere mutua, non esci di casa, perché comunque è come se fossi in ufficio,ma in più hai le faccende di casa,insomma, lavori come al solito, ma in più... stai male :/

    RispondiElimina

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...