28 gennaio 2012

Creando delle ridondanze dati metafisiche

Se preferite il colore blu al colore verde, non è che ci sia nulla di sbagliato, è una questione di gusti e va bene così, è inutile pensare che non sia il colore adatto per delle pareti o che stoni con le tende. Se scegliete il blu, ok, non è il verde. In ogni caso, teniamo buono il vostro parere di fondo, magari vi chiediamo anche consiglio in futuro sui colori complementari, sempre che il nostro favoritismo verso il colore verde non sia motivo di conflitto o distrazione. Mettiamola anche così, il blu vi dona meravigliosamente, perchè frutto di una scelta personale. Cosa dicevamo? Ah si, i gusti! In ogni modo, a questo punto, c'è una parete colorata male, lasciamola pure così e facciamo finta di dimenticarcene. Manteniamo qualche barattolo di colore e poi magari vi chiediamo anche consiglio su come colorare la nostra parte di parete. Non è che conoscete qualche colore che stia bene con il verde? Non dovremmo però colorare, invece di scrivere? Descriviamo i colori perchè in questo modo li estirpiamo dalla vista e riusciamo a essere più consapevoli di quello che immaginiamo. Certo che nel giro di qualche ora, la luce cambia e i colori si affievoliscono. Per fortuna possiamo anche parlare dei colori con chi ne conosce i segreti. La prima persona che li conosce, con dialoghi emessi dalle corde vocali, che sono sensati e calmanti, che sono riflessi su una tavolozza di cui abbiamo già steso ogni singola sfumatura. La seconda persona che li conosce, con dialoghi scritti digitalmente, che sono esattamente gli stessi del passato, del presente, del futuro, come 2 specchi messi uno davanti all'altro. Certo che se la luce non riflettesse il colore blu, magari tutto questo si poteva anche non scrivere. Certo che se fossimo dei cani, non avremmo problemi di colori, sarebbe tutto grigio, però uff, che noia un mondo tutto grigio. E magari se fossimo daltonici, allora non avremmo capito davvero niente dei colori! Ma forse ecco il giusto riflesso della luce! Ecco la soluzione! Così semplice e per questo dimenticata. Catalogare i colori chiedendo un parere approfondito. Quindi, che ne pensate del colore blu e del colore verde? Per fortuna, esiste il Cinema in bianco e nero.

6 commenti:

  1. “Per poter usare il colore efficacemente, è necessario sapere che inganna di continuo” diceva Josef Albers.
    Il verde mi sta dando qualche problema ultimamente, da sempre invece non riesco a trovargli un senso, ma non me ne preoccupo perché c'è chi un senso glielo da. Il blu mi è molto più affine e ci gioco di più perchè mantenendo lo stesso tono trovo più gradi di saturazione e chiarezza che con qualunque altro, come se fosse il grigio ma più bello.

    RispondiElimina
  2. L'altro giorno durante un colloquio di lavoro mi hanno fatto fare uno di quei test per vedere che tipo di lavoratore sei potenzialmente (ergo, come loro possono spremerti al meglio) e sono risultata un verde con una punta di blu e giallo haha..
    Ti hanno mai fatto un test ai colloqui? ^^

    RispondiElimina
  3. L'unico modo per catalogare i colori è facendone un'analisi sullo spettro di frequenza (o sulla lunghezza d'onda). Il risultato è un numero che non inganna e non è soggettivo.

    Dire 500 nm (~600 THz, calcolo fatto sommariamente) invece di verde-acqua non ha prezzo ^^

    RispondiElimina
  4. Acalia, chiedi al mago di Oz un cuore... oggi sei troppo analitica!

    RispondiElimina
  5. @tutti: adoro le vostre risposte random scollegate e proprio per questo meravigliosamente compatibili con il mio discorso metaforico :)

    @Clyo: questo Josef Albers mi sembra una persona saggia, vedrò di approfondire la cosa. A me il verde piace molto, sopratutto quello oliva, ma ultimamente sto cominciando ad apprezzare il blu e le sue sfumature verso l'azzurro o il viola.

    @Naushika: io sarei preoccupato da un posto di lavoro che fa test del genere per un colloquio, per fortuna a me non è mai capitato... ma dopotutto non ho fatto molti colloqui. Poi se ti prendono, facci sapere se utilizzano il feng-shui per migliorare la produzione :P

    @Acalia: bellissimo, sarebbe decisamente utile una analisi oggettiva dei colori, così non c'è rischio di sbagliare a catalogare una sfumatura per influenze e sviste personali :P

    RispondiElimina
  6. @PIxel: porcamiseria ora che mi ci fai pensare al centro del tavolo per le riunioni a cui mi hanno fatto accomodare c'era uno di quei giardini zen in miniatura..quelli con la sabbia e il rastrellino, hai presente?..che fosse un segno? XD

    RispondiElimina

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...