2 novembre 2011

Perchè non possiamo andare in letargo come i procioni appena comincia a far freddo?


17 commenti:

  1. OMF... ho cercato di rivedere la cassetta, ma i personaggi parlavano a velocità supersonica....

    Ho pensato la stessa cosa questa mattina, quando è suonata la sveglia e mi sembrava di aver dormito 5 minuti:P

    RispondiElimina
  2. A volte me lo sono chiesta anche io ma dopotutto anche le giornate invernali non sono male.. xD

    RispondiElimina
  3. Magari, il sonno regna sovrano in questa stagione =.=
    Se si vota per il referendum pro letargo avrete tutto il mio appoggio.

    RispondiElimina
  4. Ma scherzi?!
    E' il periodo più bello dell'anno e tu vuoi andare in letargo?
    Mah... =)

    RispondiElimina
  5. @Yotsuba: ce lo rivediamo e poi eventualmente puoi dormire durante il film :P

    @Nyu: le giornate invernali sono ottime quando si è in vacanza! ;P

    @Acalia: sarà una questione di istinto ancestrale, ma mi sento effettivamente più stanco in questo periodo ;U

    @Naushika: non è molto bello quando devi svegliarti tutte le mattine alle 6 per andare a lavoro e viaggi per ore in condizioni precarie :(

    RispondiElimina
  6. @Pixel: Non sei mica l'unico, c'è chi ha questi ritmi tutto l'anno.
    Ma se vedi solo il lato negativo delle cose è ovvio che il periodo ti schifa =)

    RispondiElimina
  7. Dovrei comprare un po' di ottimismo su eBay :|

    RispondiElimina
  8. @Pixel: no, dovresti essere solo meno pessimista e un po' più realista, l'ottimismo lascialo ai pazzi =)

    RispondiElimina
  9. boh a me l'inverno non dispiace come stagione in se, capiscimi: mentre d'inverno più hai freddo, più ti copri, io che d'estate patisco particolarmente il caldo, più che togliere i vestiti e accendere il ventilatore non posso fare, se ho ancora caldo dovrei scuoiarmi ma pare che i medici lo sconsiglino. E poi è bella la sensazione di caldo quando hai passato il tempo al freddo, tipo entrare a casa, mettersi sotto le coperte, fare una doccia calda etc.

    d'altro canto parlo -appunto- della stagione in generale, non di ciò che comporta ... quindi, oppositamente, arrivano le nevicate che son belle solo se devi stare a casa, gli eventi che vengono dimezzati, così come la possibilità di far passeggiate in giro o stare su di un prato senza morir di freddo!

    tirando le somme non esiste stagione perfetta come la primavera nel mese di maggio :0

    RispondiElimina
  10. @Naushika: una talpa stava girando per il bosco in cerca di cibo, quando a un certo punto notò qualcosa che si contorceva a terra: un verme? La talpa gli chiese: "Perchè ti contorci amico?" Lui rispose: "Mi hanno lasciato qui a terra, non ci vedo e mi muovo a fatica, non troverò mai più il mio posto nel mondo ". La talpa a quel punto lo rassicurò: "Non ti preoccupare, in realtà va tutto bene, troverai presto la tua funzione esistenziale". La talpa aprì la bocca e si mangio quel piccolo contorsionista. La talpa non sapeva che quello non era un verme, ma la coda di una lucertola.

    @Roughcoal: il problema non è la stagione in sè, ma il doversi spostare per fare cose di cui farei volentieri a meno in periodi contrastanti esternamente e interiormente. Probabilmente in primavera ci sarebbero altre motivazioni per cui lamentarsi e invocare il letargo :P

    RispondiElimina
  11. esatto, il ritmo a cui devi sottostare è palloso d'inverno perché hai voglia di stare sempre al caldo invece di far mille spostamenti con -20 gradi, ma paradossalmente è fastidioso anche quando fa caldo, perché con la bella stagione vorresti essere ovunque tranne che fuori 12 ore per lavoro, tra viaggi e ufficio.

    quindi, trova un altro lavoro :P ma senza licenziarti prima da quello, PAZOZOZOZZ

    RispondiElimina
  12. Avevo un'amica che, come diceva lei,“tirava su gli accenti”, era affetta da un involontario zelig linguistico e a volte alcuni ci rimanevano male perché pensavano li stesse prendendo per il culo.
    Io, come direbbe lei, tiro su monomanie.
    Quindi leggendo della talpa e del contorto volevo trovare “l'origine” della storia, (qual è l'orgine della storia?) che non ho trovato ma mi sono imbattuta nelle storie di altre lucertole:
    http://www.provediemozioni.it/index.php?pag=leggenda_lucertola_due_code3
    mi è sembrato una cosa così real-meravigliosa, nel senso così insolita da non sembrare reale e per questo meravigliosa. ciauu

    RispondiElimina
  13. L'origine della storia nasce da quella cosa chiamata immaginazione, perchè a volte non è importante sapere l'origine delle metafore e il cercarne un principio significa non averne compreso il valore che hanno solo in quel particolare momento e luogo.

    RispondiElimina
  14. Ci penso e vedo da quale piano è meglio risponderti

    RispondiElimina
  15. Mentre l'incaricato rimetteva in ordine le metafore,
    con il gomito distratto ne colpì una dello scaffale metereologico,
    quella cadde riempendo lo sbadiglio di un passante
    che si ritrovò ad esclamare
    piove a catinelle ad un sole che spaccava le pietre

    RispondiElimina
  16. un pensiero per la coda senza lucertola:
    http://www.youtube.com/watch?v=f7kEXUN68HU&feature=player_embedded

    RispondiElimina
  17. Sembra carino, anche questo me lo tengo da vedere per il prossimo pranzo o cena :P

    RispondiElimina

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...