2 agosto 2011

LSD - Dream Emulator [PSX]: viaggi onirici digitali fra la meraviglia e l'angoscia



LSD: Dream Emulator è un gioco. Forse no, meglio definirlo "progetto artistico interattivo". LSD è stato sviluppato da OutSide Directors Company e pubblicato (solo in Giappone) da Asmik Ace nel 1998, per l'originale Playstation. In cosa consiste il "gioco"? L'idea è basata sul diario in cui Osamu Sato (che lavorava per Asmik Ace) raccoglieva i ricordi dei suoi sogni. In LSD: Dream Emulator possiamo quindi esplorare una serie di "mondi" surreali, che vengono modificati casualmente a ogni partita successiva.



Esistono infatti un certo numero di zone esplorabili (la città, una specie di tempio maya, una prateria, un deserto, un palazzo, ecc.) che si ripetono nella successione di sogni, ma alcune loro caratteristiche visuali e sonore (le texture, i colori, i rumori) cambiano a seconda dello stato psicofisico del sogno precedente. Il giocatore parte da un menù testuale: scegliendo "start" si inizia a esplorare una delle zone. Dopo un certo periodo di tempo o quando il nostro personaggio cade nel vuoto, ci si sveglia e si ritorna al menù.



Il tutto è svolto in prima persona. Ci ritroviamo quindi a osservare parchi giochi lisergici con texture arcobaleno, città oscure con i muri e pavimenti ricoperti di scritte giapponesi, tunnel biologici in cui incontrare lottatori di sumo, deserti rosa con gli UFO nel cielo, finestre volanti che si aprono sull'infinito, video di bambini che mangiano, elefanti che volano, stanze che si dissolvono fra le nuvole, pavoni psichedelici, immagini e simboli dall'oscuro significato, pesci enormi in piccoli ruscelli, tengu che marciano minacciosi, arcobaleni in prati paradisiaci. E queste sono solo una minima parte delle situazioni assurde che si possono incontrare viaggiando per LSD: Dream Emulator.



Si vivono momenti di meraviglia osservando paesaggi colorati e fantastici, un momento dopo si cade nell'iquietudine di terribili zone artificiali con rumori da mal di testa. I più attenti lo avranno capito: più che un diario sui sogni, probabilmente Osamu Sato stava tenendo un diario sui viaggi indotti dall'acido lisergico. LSD: Dream Emulator è un esperimento libero non classificabile, un insieme di sensazioni che difficilmente si trovano in altri videogames.



Il gioco è ormai diventato oggetto di culto fra gli appassionati, infatti è quasi impossibile da trovare originale, se non a prezzi improponibili. Fate prima a cercare la ISO di LSD: Dream Emulator tramite Google e poi lo provate su PC tramite ePSXe.





4 commenti:

  1. Della serie, oltre al mio libro, pure il gioco?

    RispondiElimina
  2. Pensa anche al film e ti prenoto già 200 copie

    RispondiElimina
  3. M'è capitato il blog sottomano; volevo dirti che recentemente 4canale ha recuperato la versione pc del gioco e l'ha uppata in giro

    RispondiElimina
  4. Non pensavo esistesse anche una versione PC di LSD :O Chissà se ci sono differenze da questa, è un esperimento affascinante da giocare la prima volta, ma non credo mi metterei a rigiocarlo di nuovo :U

    RispondiElimina

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...