15 aprile 2011

Alien Front Online [Dreamcast]: carri armati e chat vocale in piena notte



Alien Front Online è un death match / tank shooter sviluppato da WOW Entertainment e pubblicato da SEGA nell'estate del 2001 per Dreamcast. Dopo l'inverno e la primavera dello stesso anno in cui passai tutte le notti a giocare con Phantasy Star Online (per poi addormentarmi in classe il giorno dopo), verso l'estate smisi di raccogliere armi rare su Ragol e recuperai questo gioco grazie al consiglio di Yota. Poi alla fine a Yota non piaceva e io ci giocavo sempre con Ed. Comunque.



E' difficile spiegare oggi, a 10 anni di distanza, cosa rendesse Alien Front Online un'esperienza dannatamente divertente. Un po' perchè ormai mi sono dimenticato, un po' perchè era una questione di novità dell'online. 4 giocatori prendevano il ruolo dell'esercito terrestre su dei carri armati, altri 4 giocatori erano gli alieni su delle specie di tank-biomeccanici. 8 persone sparse per il mondo che collaboravano o si scontravano per il dominio della terra! Oggi 8 giocatori online sono la norma, a quel tempo credo fosse la prima volta che mi trovavo davanti a così tante persone collegate digitalmente. Cazo il Dreamcast aveva un bruttissimo modem 33k e si poteva giocare in 8 senza LAG! E c'era anche la chat vocale! Un miracolo della scienza.



Insomma, nel gioco si sceglieva un mezzo da combattimento fra quelli disponibili, ognuno con le sue caratteristiche (velocità, manovrabilità, potenza, ecc.) per poi ritrovarsi in una arena (tutte meravigliose) dove combattere contro il team avversario per eliminare il maggior numero di nemici. Il sistema di controllo era particolarmente soddisfacente, era necessaria un po' di pratica per manovrare quei carri armati, ma quando ci si prendeva la mano, si riusciva a capire il momento giusto per sparare, in modo che il colpo intercettasse in anticipo il movimento del nemico con perfetta traiettoria. Boom! Più si imparava a guidare i mezzi, più punti si facevano, più il proprio team veniva portato verso la vittoria. Poi le urla di successo. Raccogliendo punti si aumentava poi il proprio grado nell'esercito terrestre o alieno (ad esempio si iniziava come "recluta" e si saliva a diventare "generale" e cose del genere), con medaglie e statistiche nel proprio profilo online. Una droga.

Purtroppo non c'era una modalità multiplayer offline e vista la morte dei server Dreamcast, non sarà più possibile rivivere quelle stesse esperienze. Anche perchè forse oggi, farebbe pena. Ma in quella lontana estate del 2001, ho amato Alien Front Online.



2 commenti:

  1. ma te lo avevo consigliato io ? mica mi ricordo :D Di certo rammento di averlo preso e averci giocato tipo due volte.. non mi piaceva tanto, lo trovavo troppo confusionario e a casa mia laggava eccome. Poi ai tempi come ben sai avevo un certo odio per il multi online :D Però la confezione era bella, c'era anche il microfono..

    RispondiElimina
  2. Si volendo possiamo cercare i vecchi log di mIRC di 10 anni fa per verificare, ma sono quasi sicuro che me ne avessi parlato tu :O Io il microfono lo avevo preso assieme a Seaman.. AFO era piratato.. what a fool!

    RispondiElimina

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...