7 marzo 2011

PilotWings 64: elicotteri, deltaplani, missili, foto e dinosauri nascosti



Pilotwings 64 è stato uno dei primi giochi usciti per Nintendo 64, nel 1996 / 1997. In quegli anni stavamo finendo le scuole medie / arrivando alle superiori, uno dei miei compagni con cui andavo più d'accordo era riuscito a farsi regalare l'N64 giapponese, appena uscito, assieme a questo pazzo simulatore di volo. Tutto in giapponese ovviamente. Immaginate dei poveri ragazzini che a stento capivano l'inglese, trovarsi davanti ad una serie di missioni i cui obiettivi erano spiegati con strani simboli incomprensibili. Un divertimento caotico totale.



Abbiamo passato intere notti con PilotWings 64. Un po' perchè prima di capire cosa fare ci si buttava qualche tentativo, un po' perchè all'inizio non è facile, un po' perchè usando adattatori JP / PAL sul mio Nintendo 64 (comprato solo qualche mese dopo), si erano cancellati i salvataggi. Ho ancora a casa la confezione giapponese di Pilot Wings 64, la cartuccia invece è sparita. Forse l'avevo ridata al mio compagno delle medie, prima di disperdersi in altre scuole, amicizie, stili di vita non più compatibili.



In superficie PilotWings 64 poteva sembrare un gioco innocuo. Nel suo profondo, era dannatamente violento, difficile, creatore di dipendenza malvagia. Dopo ore di volo con il JetPack, esploravamo le caverne e le montagne con la sicurezza che in mezzo a quelle textures si vedessero dei volti umani. Non scherzo.



In alcune missioni dovevamo usare l'elicotterino per sparare dei missili a dei giganti che correvano a caso per lo scenario. In altre bisognava passare al millimetro in mezzo alle rocce, per entrare nei cerchi. La soddisfazione più elevata l'abbiamo raggiunta sbloccando gli stivali a molla. Saltellare per l'isola, esplorando ogni millimetro per trovare segreti inesistenti. C'era la modalità foto! Le foto. LE FOTO! Abbiamo scattato migliaia di foto in PilotWings 64. Molte di queste al dinosauro / mostro marino, che spuntava a random da uno dei laghetti. A nostro parere, era amico del dinosauro nella grotta sotterranea di Mario 64. Beata gioventù!



Dovevamo stare attenti alla velocità dei veicoli, all'angolazione con cui spararci con il cannone, come atterrare con il paracadute tenendo conto del vento contrario. Eravamo diventati dei veri piloti.

Ad ascoltare le musichette di PilotWings 64 mi commuovo. Paradigm Simulation aveva iniziato a sviluppare un seguito per N64 / 64DD, ma poi è stato cancellato. I miei sogni di volo, schiantati contro le rocce. Ieri ho visto le ultime foto di PilotWings Resort per 3DS. Non prenderò subito il 3DS, ma quando varrà la pena di prenderlo, PilotWings sarà il mio primo gioco. Riuscirà a raggiungere le grandi aspettave di un ragazzino mai cresciuto con ancora tanti bei ricordi?


Nessun commento:

Posta un commento

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...