10 marzo 2011

La colazione è importante

Stamattina ero mezzo addormentato, non ho fatto colazione e mi son dimenticato che in ufficio avevo finito i biscotti. Ho sofferto fino alla pausa pranzo con una fame quasi chimica. Ora ho recuperato un pacco da 1 kg, infilato nel cassetto della scrivania, dovrebbero bastare per un po'.

Ieri sera, coop night con l'amico emogamer. Centinaia di zombie eliminati, nella palude americana, poi siamo arrivati ad una villa abbandonata in cui aspettare la nave per scappare... ma possibile che ogni volta che bisogna aspettare, arrivano ondate di nuovi zombie all'infinito? Qualcosa non quadra. Dopo il terzo tentativo, vari boomer esplosi, cadute dalla terrazza, tankers che si lanciavano addosso da ogni angolo.. era già mezzanotte, io stavo diventando uno zombie come al solito, quindi abbiam preferito spegnere. Ci rivedremo prossimamente, cari amanti dei nostri cervelli.

In teoria quando l'amico emogamer è andato a casa, avrei dovuto dormire, invece mi sono perso un altra ora online con Rosa a scoprire strani collegamenti interpersonali fra Napo, Yume Nikki e persone random che si incontrano su DeviantArt. Sono sempre più sicuro che ci deve essere un qualche gruppo segreto di persone collegate fra loro da compatibilità sorprendenti, che ancora non conoscono. Poi ovviamente stamattina non riuscivo ad alzarmi. Sonno. Zombie. Bam, headshot.

Anche stasera tazzona di latte, marmellata e biscotti, devo andare a dormire presto, o almeno ci provo. Il limbo attraente di internet è sempre in agguato. Ma domattina dovrò alzarmi alle 5:30, causa sciopero della metro a Milano. Necessità di entrare prima in un ufficio poco umano, per fuggire alle 17 ed evitare di rimanere bloccato senza metro per tornare. Almeno se ci fossero davvero gli zombie, si potrebbe anche evitare di andare in giro.

4 commenti:

  1. Ok, ammetto che il discorso degli zombie non mi è chiarissimo.. L'unico gioco che ho fatto, in cui c'erano zombie, è stato "PlantsVsZombie" dove tanti zombie carini invadevano il giardino di casa mia!
    Ma gli zombie sono sempre zombie e anche se con la loro cadante andatura e la loro voracità possono sembrare fastidiosi, penso che tutti ci sono affezionati!

    Morale della favola: non dimenticare mai più i biscotti per la colazione!

    RispondiElimina
  2. Carino PlantsVsZombie, me l'ha fatto vedere un amico! C'erano gli ortaggi non-morti che attaccavano gli avvocati.. o qualcosa del genere :P

    Il discorso sugli Zombie di cui parlo è invece relativo a Left 4 Dead 2.. li gli zombie sono un po' meno kawai, ma in coop è una vera droga.

    Prima o poi devo fare un pixel-zombie. Intanto continuo a mangiare biscotti dal sacchetto, anche se quelli fatti in casa sono decisamente più buoni.

    RispondiElimina
  3. La colazione non è davvero importante, lo è solo se sei abituato. Ti assicuro che si vive alla grande anche senza ^__^

    Commento un po inutile, ma ti leggo sempre e non commento mai hehe..solo oggi mi sono accorta che esorti a lasciare un commento "..leave your comment. Don't be passive", quindi tiè beccati questa xD
    Ciao =)

    RispondiElimina
  4. Brava principessa della valle del vento! La passività è una brutta abitudine, meglio evitarla.

    Io fino a quando andavo a scuola non facevo mai colazione e stavo benissimo, invece da quando lavoro sento decisamente la fame mattutina. Bho, sarà lo stomaco che si ribella all'imposizione produttiva.

    RispondiElimina

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...