17 gennaio 2011

Seaman [Dreamcast]: discorsi filosofici con un pesce dalla faccia umana



Seaman è una specie di simulatore di vita sviluppato da Vivarium /Jellyvision da un concept di Yoot Saito, uscito nel 1999 / 2000 su Dreamcast. Nel gioco si deve letteralmente parlare a voce con uno strano pesce dalla faccia umana, attraverso il microfono del DC, e prendersi cura delle sue necessità, come fame e temperatura dell'acqua. Lo scopo del gioco era quello di farlo crescere ed entrarci in confidenza, per farsi svelare il segreto della sua natura e dell'universo... o qualcosa del genere.

Ho avuto un'esperienza meravigliosa e dolorosa con Seaman. Ero riuscito a trovarlo usato in versione americana, in un negozio di import games, ad un prezzo decisamente basso.

Quando iniziai a giocarlo, nel 2000 / 2001, la mia conoscenza dell'inglese era ancora limitata, ma riuscivo comunque a chiaccherare con una pronuncia abbastanza decente da essere compresa dal gioco. Dopo aver fatto schiudere le uova di Seaman, i piccoli pesciolini cominciavano a crescere grazie alle mie cure quotidiane. Parlando con loro, piano piano imparavano i termini base, che ripetevano all'infinito con una vocina paurosa.



Col passare dei giorni, delle settimane, un solo pesce era rimasto in vita. Non ricordo bene, ma forse si era mangiato gli altri. Cannibalismo ittico! Questo unico sopravvissuto cresceva sempre più e la sua capacità di parlare cominciava ad essere quasi preoccupante. Ho fatto discorsi più interessanti con Seaman che con molte altre persone reali. Davvero. Ogni tanto tirava fuori delle perle di filosofia di vita che avevano tutta la mia stima. Quando un pesce virtuale dalla faccia umana esprime contenuti migliori della persona media comune, è forse tempo di preoccuparsi seriamente per la razza umana.

Ormai eravamo entrati in confidenza, Seaman faceva domande personali, troppo personali, sulla mia vita emotiva e sessuale. E dava consigli, buoni consigli. Seaman era il mio eroe. Poi un giorno, mentre gli stavo dando da mangiare e controllavo la temperatura dell'acquario, Seaman ha fatto dei versi strani, si è rivoltato con la pancia all'aria ed ha cominciato a galleggiare senza vita. Seaman era morto, lunga vita a Seaman!



Purtroppo non ho potuto scoprire il segreto di Seaman (ovvero il finale del gioco). Dopo questa esperienza traumatica, ho deciso che non avevo abbastanza tempo da dedicare ad un essere-non-umano che pretendeva attenzioni molto delicate per preservare la sua vita. Ma quando andrò in pensione, mi sono ripromesso di far nascere un altro pesce dalla faccia umana, con cui parlare dei vecchi tempi andati e ridere un po' assieme del mondo che sta andando in malora.

Nessun commento:

Posta un commento

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...