21 gennaio 2011

Pixel Art Study: cronaca di una insoddisfazione

Riprendendo il post di ieri su My Neighbors the Yamadas, a fine dicembre mi ero preso bene e volevo provare a fare la nonna degli Yamadas in sprite. Non avevo però calcolato che il design dei personaggi è basato tutto sulle semplici linee e mi sono ritrovato molto in difficoltà nel riuscire a darle la giusta forma. Ecco la prima bozza:



Come sprite in sè non è malvagio, ha un che di Commodore 64, il problema è che non riuscivo a dare la personalità della nonna. Dopo un po' di tentativi, ho lasciato perdere. Mi piaceva però il caschetto da operaio giapponese, allora ho provato a partire da quello per farci un altro personaggio.



Come ha fatto la nonna degli Yamadas a diventare questo rozzo operaio? Bho, chiedetelo alla mia immaginazione. Dal caschetto ho poi disegnato sotto la faccia ed il corpo in una posizione decente.



Con un po' di altre sistemazioni è arrivato così. Le proporzioni sono ancora sbagliate, ma la posizione, i colori e le "obreggiature" di pixel non mi dispiacciono. Anche le occhiaie da poco sonno ci stanno bene, proprio come le mie.



Questa è la versione finale. Non è brutto di per sè, ma ha qualcosa che non mi convince abbastanza da metterlo sulla gallery di Deviant. Magari più avanti lo aggiungo, per ora è esclusiva del blog, che culo eh?

Intanto sto lavorando ad altri 2 sprite Top Secret, più una richiesta di sprite da un tizio di DA che vuole vedere uno dei suoi personaggi in versione pixel. Il design è carino, sono abbastanza ispirato per poterlo anche fare decentemente, peccato che con il lavoro di mezzo ho tempo solo un po' al weekend per continuare a pixellare. Se continua così, ci metterò un sacco a migliorare :\

Nessun commento:

Posta un commento

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)