11 gennaio 2011

Lo zen e l'arte di vincere a Mario Party

Settimana scorsa siamo riusciti a fare un bel pomeriggio multiplayer, è da troppo tempo che non ne avevo l'occasione, ero in crisi di astinenza. Una volta vivevo solo a multiplayer. Da quanti anni non giocavo a Mario Party? L'ultima volta credo nel 2002 / 2003 con Mario Party 4, con cui avevamo passato un capodanno epilettico in montagna, con partita da 3999 ore, infinita e dannatamente faticosa. Bei tempi! 8 anni fa quindi? Sempre più vecchio.

Ricordo ancora quando comprai il primo Mario Party per N64, eravamo alle superiori, in pieno periodo multiplayer. Un sacco di pomeriggi e weekend liberi, tante ore per giocare (sopratutto la notte). Ci si ritrovava a casa dell'amico amante della coop, pizza e minigames in 4 fino a tardi. Le mani che sanguinavano, davvero. E se lo avete giocato, sapete il perchè.



Nello stesso anno uscì anche Smash Bros 64 credo. Il N64 ci ha rovinato, potevamo finire anche noi a drogarci come gli altri tossici del campetto. Forse ci avrebbe fatto meno male. Mi manca quel periodo. Probabilmente oggi ci sono anche titoli più belli che potremmo giocare in multiplayer, peccato che mancano quasi sempre le persone con cui sfidarsi. E devo "accontentarmi" della coop in 2, almeno finchè l'amico-coop non se ne andrà a lavorare in svizzera. Ancora devo capire perchè i migliori amici abitano tutti a troppi km di distanza.

Ovviamente settimana scorsa non ho vinto a Mario Party 5. Se conosci il gioco, non puoi vincere. Se giochi a Mario Party, non vinci. Vince uno a random, ma solo se non ha fatto niente. Davvero, ci sono le prove scentifiche.

2 commenti:

  1. Buongiorno Pixel,
    Ti contatto tramite commento perché non ho trovato nessun altro modo per farlo.
    Vorrei farti conoscere il servizio Paperblog, http://it.paperblog.com che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. I tuoi articoli mi sembrano adatti a figurare tra le pagine del nostro magazine e mi piacerebbe che tu entrassi a far parte dei nostri autori.

    Sperando di averti incuriosito, ti invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti,

    Silvia

    silvia [at] paperblog.com
    Responsabile Comunicazione Paperblog Italia
    http://it.paperblog.com

    RispondiElimina
  2. Se mi date 2.000 euro al mese potrei anche scrivervi 2 righe su come preferirei vivere in una casa con le pareti ricoperte da foto di GOATSE piuttosto che svendere la mia immaginazione ad una Société Anonyme che sfrutta dei poveri ragazzini ingenui per riempire le vuote pagine del suo sito senza contenuti in modo da guadagnare una manciata di pageviews e click su Google Adwords. Dove firmo?

    RispondiElimina

Supporto Morale

Se apprezzi quello che scrivo e devi già fare un ordine da Amazon, entraci da questi banner e link prima di comprare; per te non costa nulla in più, a me arriva una percentuale :)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...